Quali sono le malattie di origine alimentare?

Le malattie di origine alimentare sono causate dal consumo di cibi o bevande, compresa l’acqua, contaminati. Batteri, virus, parassiti possono scatenare un’infezione o una intossicazione che può avere cause lievi o fino alla morte.

Malattie di origine alimentare

Sono vare le tipologie di patogeni che possono generare malattie di origine animale. In quanto la possibile presenta di essi può variare da alimento ad alimento.

Talune malattie alimentari possono anche essere trasmesse dal contatto con gli animali e tra persone. Entrano nel corpo attraverso l’apparato gastrointestinale causando nausea , vomito , crampi addominali e diarrea.

È per questo che la prevenzione della contaminazione degli alimenti che possono portare ad avere malattie di ordine alimentare è molto importante.

Ed i requisiti sulla sicurezza alimentare hanno questo obbiettivo di prevenzione. Ovvero quello di mettere le aziende in condizione di produrre alimenti sani che non creino malattie alimentari dannose per l’umo.

Malattie alimentari: quali sono i sintomi?

I sintomi comuni delle malattie di origine alimentare sono diarrea e vomito, in genere hanno una durata tra  da 1 a 7 giorni. Altri sintomi comuni possono includere crampi addominali, nausea, febbri, dolori articolari ed affaticamento. Le malattie più serie, invece, possono portare una malattia molto grave e pericolosa per la vita.

Il periodo di incubazione può variare a seconda della tipologia e la quantità di esposizione al patogeno. Da poche ore ad una settimana. Molte volte quando un malessere viene considerato una influenza intestinale, in realtà, potrebbe essere una malattia di origine alimentare causata dal consumo di un alimento contaminato da un agente patogeno, virus, batterio, parassita.

Ognuno di noi può contrarre una malattia alimentare. Ma ci sono classi più sensibili, ovvero le donne in stato di gravidanza, i bambini piccoli, gli anziani e le persone che soffrono di malattie del sistema immunitario o che lo hanno debole.

Vuoi ricevere informazioni sui nostri servizi? Prenota una call con un nostro tecnico.

Malattie di origine alimentare: quali sono quelle riconosciute?

Le malattie di origine alimentare comunemente riconosciute sono:

  • Campilobatteriosi (Campylobacter)
  • Criptosporidiosi (Cryptosporidium)
  • Ciclosporiasi (Cyclospora spp.)
  • Escherichia coli O157: infezione H7 (E. coli O157)
  • e sindrome uremica emolitica (SEU)
  • Giardiasi (Giardia)
  • Listeriosi (Listeria monocytogenes)
  • Infezione da Norovirus (noto anche come virus Norwalk, calicivirus, gastroenterite virale)
  • Salmonellosi (Salmonella)
  • Avvelenamento da pesce scombroide
  • Shigellosi (Shigella)
  • Toxoplasmosi (Toxoplasma gondii)
  • Infezione da Vibrio (Vibrio parahaemolyticus)
  • Yersiniosi (specie Yersinia)

Malattie alimentari: quali sono le più comuni?

Di seguito un elenco dei patogeni causa delle malattie alimentari più comuni:

  • Il Campylobacter è la causa più comune di malattie intestinali. Questi batteri vivono nell’intestino di uccelli ed è presente frequentemente nella carne di pollame cruda. Mangiare pollo crudo o altri alimenti contaminati dal pollo crudo è la fonte più frequente dell’infezione. A parte la diarrea , i sintomi comuni includono febbre , diarrea e crampi addominali. Fonti di Campylobacter: pollame crudo e poco cotto e altra carne, latte crudo e acqua non trattata.
  • Il Clostridium botulinum produce una tossina responsabile del botulismo. Non è una malattia alimentare molto diffusa. Ma è molto pericolosa per la vita. L’infezione impedisce ai muscoli respiratori di muovere l’aria dentro e fuori i polmoni.   Fonti di Clostridium botulinum: cibi in scatola preparati in modo improprio; il miele non deve essere somministrato ai bambini di età inferiore a 12 mesi.
  • E. coli è un batterio in grado di produrre una tossina mortale. Fonti di E. coli: carne di manzo, specialmente hamburger poco cotto o crudo; produrre; latte grezzo; e succhi e sidri non pastorizzati. 
  • Listeria monocytogenes responsabile della listeriosi, malattia grave per le donne in attesa, neonati e gli adulti con patologie del sistema immunitario. Fonti di Listeria monocytogenes: latticini non pastorizzati, compresi i formaggi a pasta molle; salumi affettati; pesce affumicato; hot dog; paté’; e insalate preparate con specialità gastronomiche (cioè uova, prosciutto, frutti di mare e insalate di pollo).
  • Il norovirus è tra le principali causa virali di diarrea. Fonti di Norovirus: qualsiasi cibo contaminato da qualcuno che è stato infettato da questo virus. 
  • La Salmonella è la causa batterica più comune di diarrea e di morti per patologie di origine alimentare. Fonti di Salmonella: uova crude e poco cotte, pollame e carne poco cotti, frutta e verdura fresca e latticini non pastorizzati.
  • Lo Staphylococcus aureus  è un batterio produttore di una tossina che provoca vomito dopo l’ingestione. Fonti di Staphylococcus aureus : cibi cotti ricchi di proteine ​​(es. Prosciutto cotto, insalate, prodotti da forno, latticini) che vengono tenuti troppo a lungo a temperatura ambiente. 
  • Shigella causa di malattie alimentari con diarrea. Fonti di Shigella : insalate, acqua sporca e qualsiasi cibo manipolato da qualcuno che è stato infettato dal batterio. 
  • Il Toxoplasma gondii parassita responsabile della toxoplasmosi. Malattia seria che attacca il sistema nervoso centrale. Le donne in gravidanza, i bambini piccoli e le persone con un malattie immunitarie sono le più a rischio. Fonti di Toxoplasma gondii : carne di maiale cruda o poco cotta.
  • Vibrio vulnificus causa di gastroenteriti ed infezioni sanguinee. Le persone con malattie epatiche sono le più sensibili a questo pericolo. Fonti di Vibrio vulnificus : frutti di mare crudi o poco cotti, in particolare crostacei.
  • Epatite A i sintomi possono includere febbre, scarso appetito, nausea, vomito, diarrea, dolori muscolari ed ingiallimento nel bianco degli occhi e della pelle. Fonti di Epatite A: acqua contaminata, crostacei e insalate sono gli alimenti.

Malattie di origine alimentare: gli alimenti associati e la prevenzione

I cibi crudi di origine animale, carne, pesce, uova, latte non pastorizzato e molluschi sono i più soggetti a essere portatori di patogena causa di malattie di origine alimentare.

Anche la frutta e la verdura possono anche essere portatrici di patogeni. La contaminazione può essere avvenuta tramite l’irrigazione e o la fertilizzazione con presenza di contaminante. Cosi come le conserve ed i succhi non pastorizzati.

Oppure gli alimenti possono essere stati contaminati da una persona affetta da una delle malattie alimentari, e contaminare l’alimento prima di servirlo, o confezionarlo.

Proteggersi dalle malattie alimentari di questo genere spesso non è facile. La vita di tutti i giorni ci porta spesso a mangiare in fast food o in modi non igienicamente corretti.

Ci sono 3 semplici regole di prevenzione di una malattia di origine alimentare:

  • Rispettare le norme igieniche del personale atto alla preparazione degli alimenti. Compreso lo stato di salute;
  • Effettuare correttamente i trattamenti termici, cottura, pastorizzazione, ecc, o i processi alternativi come salatura, acetificazione, ecc, per abbattere o inattivare i patogeni;
  • Lavare correttamente la frutta e la verdura da consumare cruda.

Questo significa aver messo in atto un buon piano di autocontrollo secondo il sistema HACCP o HARPC e rispettarlo. A tutela dei consumatori per la prevenzione delle malattie alimentari. Ed i consumatori saranno più tutelati scegliendo prodotti di aziende certificate secondo gli standard alimentari BRC, IFS o FSSC 22000.

Se vuoi saperne di più sulle malattie di origine alimentare!!

Scroll to Top
DESIDERI MAGGIORI INFORMAZIONI?