CONSULENZA Certificazioni ALIMENTARI

Certificazioni Alimentari cosa sono?

Le Certificazioni Alimentari sono attestazioni rilasciate a seguito di audit rispetto a norme e standard alimentari riconosciuti a livello internazionale che valutano e attestano la conformità ai requisiti sulla Sicurezza, Qualità e Legalità Alimentare.

Le certificazioni alimentari sono attestazioni volontarie, non obbligatorie, ma richieste come prerequisito dai mercati internazionali e per divenire fornitore della grande distribuzione organizzata.

I riconoscimenti sono suddivisi in tre grandi famiglie: norme di certificazione, standard e requisiti per la certificazione alimentare di prodotto.

Vuoi ottenere una Certificazione Alimentare? 

Prenota una call gratuita con un nostro consulente alimentare

certificazioni alimentari

Certificazioni Alimentari: perché ottenerle?

Ci sono molteplici motivazioni per le quali devi ottenere una certificazione alimentare:

  • Adozione di uno strumento efficace per gestire i requisiti applicabili rispetto ai paesi di vendita di tuoi prodotti;
  • Gestire i rischi alimentari, prevenendo anche frodi ed adottando attività per la protezione del prodotto da attività di contaminazione intenzionale;
  • Adottare un sistema di gestione per la qualità basato sul miglioramento continuo;
  • Velocizzare i processi di qualifica come fornitore per i grandi mercati internazionali e quelli della GDO;
  • Migliorare la tua visibilità e reputazione.

La differenza maggiore tra le norme che si basano sui sistemi di gestione per la sicurezza alimentare rispetto agli standard per la certificazione alimentare, è che le prime creano una struttura organizzativa e gestionale ma non definiscono chiari requisiti rispetto agli obiettivi.

Mentre nel caso degli standard di certificazione, spesso privati, vengono definiti chiaramente i requisiti richiesti. Le certificazioni di prodotto, invece, definiscono specificità dell’alimento.

Certificazioni Alimentari Aziendali: 8 norme estandard più richiesti

Certificazioni Alimentari: quali sono gli standard più diffusi? Le Certificazioni Alimentari Aziendali e di Prodotto più diffuse sono le seguenti:

  • Certificazione ISO 22000. La madre delle norme di certificazione alimentare. Definisce i requisiti per un sistema di gestione della sicurezza alimentare. Benché sia la struttura portante di molte norme e standard non è riconosciuta da GFSI, Global Food Safety Initiative;
  • Certificazione ISO 22005. La norma di certificazione che definisce i requisiti per un sistema per la tracciabilità di filiera. Anche in questo caso norma non riconosciuta da GFSI;
  • Certificazione FSSC 220000. Food Safety System Certification Scheme, lo standard di certificazione in ambito alimentare internazionale di natura privata, che ingloba i requisiti della norma ISO 22000, assieme alle norme tecniche di settore, ISO 22002, e ad alcuni requisiti richiesti da GFSI. Nato dalla fondazione che porta il suo nome, composto da attori dei mercati internazionale, viene riconosciuto da GFSI;
  • Certificazione BRC. British Retail Consortium Global Standard, lo standard di certificazione privato, nato per la qualifica dei produttori a marchio privato della GDO anglosassone ormai adottato da tutti i mercati internazionali. Riconosciuto da GFSI;
  • Certificazione IFS. International Featured Standard, come il precedente ma nato dalla GDO, tedesco, franco, belga, spagnola, adottato anche da quella italiana, Riconosciuto da GFI;
  • Certificazione SQF. Anche in questo caso come molti standard di certificazione di natura privata, questa nasce per i mercati americani ed asiatici, il secondo livello di certificazione viene riconosciuto da GFSI;
  • Certificazione Global Gap. Standard di certificazione privato, nato da Eurogap, trasversale che definisce i requisiti in attuazione di un sistema di gestione per la qualità assieme a requisiti di sostenibilità ambientale e sociale. Applicabile alle organizzazioni del settore primario. Riconosciuto da GFSI;
  • Certificazioni Ittiche. Come quello precedente ingloba vari standard, non riconosciuto da GFSI, che definiscono i requisiti della filiera ittica nel settore pesca ed acquacoltura, e per la catena di custodia delle aziende di trasformazione.

Standard di Certificazione Alimentare di Prodotto

I sistemi di certificazione che abbiamo trattato sopra si riferiscono alla gestione organizzativa sui requisiti alimentari, ma ci sono altre tipologie di certificazioni.

Gli standard alimentari hanno un focus non solo organizzativo gestionale, ma anche sul prodotto a tutela della qualità e legalità dello stesso.

Tuttavia per definire più chiaramente le caratteristiche dell’alimento si devono adottare norme per le certificazioni dei prodotti alimentari.

I vantaggi dell’applicazione di una o più Certificazioni Alimentari possono riassumersi:

  • Certificazione volontaria del prodotto alimentare. Questa può comprendere dei requisiti di altre norme oppure definirne di nuovi. Per esempio tramite capitolati di produzione, o schede tecniche di prodotto. È importante quando si vogliano definire e comunicare caratteristiche specifiche e uniche dell’alimento.
  • Certificazioni biologiche e biodinamiche. Spesso si pensa che queste certificazioni siano riferite all’azienda produttrice. Niente di più errato. Le certificazioni biologiche e biodinamiche non si riferiscono ai processi in generale, ma sono relative a un determinato prodotto.
  • Certificazioni di prodotto specifico. Possono comprendere attestazioni che definiscono le caratteristiche di prodotto, per esempio, la Certificazione Gluten Free, OGM Free, Lactose Free, Antibiotici Free, o altre diciture che definiscono l’assenza e/o la presenza di un nutriente o una sostanza in un determinato prodotto. Di queste fanno parte anche quelle sul benessere animale.
  • Standard di certificazione alimentare sui dettami religiosi. Certificazioni che attestano il rispetto dei dettami religiosi, ne sono un esempio la certificazione Kosher ed Halal.
  • Certificazioni alimentari obbligatorie e volontarie di marchio collettivo. Riconoscimenti di marchio alimentare collettivo come DOP, IGT, DOCG ed altro, che definiscono le produzioni di determinati prodotti.
  • Certificazioni ittiche.

Consulenza certificazioni alimentari: i nostri servizi

Sistemi & Consulenze sarà al vostro fianco per assistervi e supportarvi, durante tutte le fasi necessarie al raggiungimento dell’obiettivo grazie a servizi mirati di consulenza certificazioni alimentari per la tua realtà, utili a migliorare e ampliare il tuo business.

Il nostro lavoro inizierà assistendoti nella scelta della certificazione alimentare più consona rispetto ai prodotti ed ai mercati di riferimento, nonchè, della scelta dell’organismo di certificazione più adatto alle esigenze.

Proseguiremo con una analisi del gap nei confronti dei requisiti da implementare, implementazione del sistema di gestione per la certificazione alimentare più idonea a migliorare la presenza dei vostri prodotti sul mercato di riferimento.

La nostra consulenza, oltre ad aiutarvi ad implementare i requisiti richiesti dalle certificazioni di riferimento, formerà le risorse interne, rendendole consapevoli e autonome nella gestione quotidiana dei processi aziendali.

Sarai seguito, durante tutto il processo, da figure che operano a livello nazionale come consulenti per le certificazioni alimentari e auditor di organismi di certificazione accreditati.

Potrai inoltre affidarci incarichi come:

  • Responsabili Sistema di Gestione o per gli Standard Alimentari;
  • Fornitore di servizi per gli audit interni e presso fornitori;
  • Formazione oh the job sul sistema di gestione o standard di certificazione alimentare;
  • Formazione per le risorse interne atte al processo di verifica e valutazione.

Saremo un valore aggiunto unico per la tua organizzazione.

Contattandoci potrai ricevere tutte le informazioni necessarie all’iter di raggiungimento e ai costi delle certificazioni alimentari.

Federico Pucci Sistemi & Consulenze

Consulenza alimentare: Come possiamo aiutarti?

Contattaci senza impegno prenota una call gratuita con un nostro consulente.