Cos'è la Certificazione Global Gap?

Certificazione Global Gap: Standard di Good Agricultural Practices

Lo standard volontario di certificazione Global GAP (Good Agricultural Practice) definisce i requisiti necessari all’implementazione delle best practice (buone pratiche) negli ambiti agricoli, allevamenti zootecnici ed ittici certificati.

EurepGAP, proprietario del marchio, nasce nel 1997 come iniziativa di alcune importanti catene distributive europee appartenenti all’Eurep (Euro-Retailer Produce Working Group) per la qualifica dei produttori e la commercializzazione di frutta e verdura rispondente ai requisiti.

Col passare degli anni è cresciuto il riconoscimento a livello internazionale della certificazione alimentare, da cui sono scaturiti importanti collegamenti con gli altri standard internazionali per la sicurezza, qualità e legalità alimentare.

Questa certificazione è tra gli standard riconosciuti da GFSI assieme al Brc, IfsSqfFssc 22000, e può essere richiesta sia dalle organizzazioni che operano nel comprato ortofrutticolo, mangimistico, zootecnico ed ittico. 

Oltre che la produzione può essere certificata sia la catena di custodia sui prodotti e lo standard Global Gap è dotato di molteplici ADD ON.

L’obiettivo fondamentale della certificazione è quello di sostenere la produzione e la commercializzazione dei prodotti del settore primario nel rispetto di un protocollo che garantisce i seguenti requisiti:

Produzioni sicure per il consumatore con un alto standard di sicurezza alimentare dei prodotti primari, rispetto dei requisiti e sostenibilità ambientale, rispetto dei requisiti di salute e sicurezza dei lavoratori, rispetto dei requisiti di responsabilità sociale ed etica contrattuale per i lavoratori.

standard di certificazione global gap

Certificazione Global Gap: perchè dovresti ottenerla ed atottare l'etichetta GGN?

Ottenere la certificazione Global Gap, permetterà di valorizzare la tua organizzazione, e di rispondere alle richieste della grande distribuzione organizzata ed ai mercati internazionali. Lo standard Global Gap può essere richiesto da:

Azienda primaria singola anche senza sistema di gestione implementato;

Gruppi di produttori, cooperative, consorzi, organizzazioni di produttori e altri. A questi ultimi è richiesta anche la realizzazione di un sistema qualità documentato per gestire le relazioni tra i soci produttori e garantire che tutti operino in conformità ai requisiti richiesti dallo standard.

Se sei un operatore del settore primario, avrai anche la possibilità di integrazione con altre norme di certificazione, come quello per la produzione integrata al fine di produrre e commercializzare l’ortofrutta e altri prodotti freschi. Oppure per la filiera mangimistica lo standard di certificazione GMP+, o ISO 22005.

Se invece sei un operatore dell’industria di trasformazione, o del comparto logistico, avrai la possibilità di certificare le aree produttive tramite la definizione della catena di custodia sui prodotti certificati.

  • Ridurre la tua esposizione a problematiche imputabili ai pericoli alimentari;
  • Ottenere l’accesso ai mercati locali, internazionali, facilitando i rapporti con fornitori e rivenditori;
  • Migliorerai l’efficienza della gestione della tua attività;
  • Risparmi dei tempi e costi per sostenere gli audit di qualifica;
  • Migliorare la propria reputazione.

Requisiti Certificazione Global Gap: quali sono?

I requisiti dello standard Global Gap richiedono l’adozione di un approccio sistemico per il miglioramento continuo, della tipologia di un sistema per la qualità ISO 9001, con l’inserimento dei 4 pilastri trasversali, sicurezza alimentare, sostenibilità ambientale, sostenibilità e responsabilità socio economica. 

Lo standard Global Gap viene suddiviso in:

Standard IFA (Integrated Farm Assurance Standard) per la produzione di colture vegetali, allevamenti zootecnici ed acquacoltura;
Standard per la Catena di custodia(COC);
E per la produzione di mangimi composti.

Le organizzazioni hanno a disposizione una moltitudine di componenti aggiuntivi, inerenti al settore, o al mercato di riferimento.

Il certificato Global Gap ha una durata di tre anni, annualmente l’organizzazione dovrà dimostrare, superando un audit, effettuato da un organismo di certificazione accreditato Global Gap, il mantenimento della conformità rispetto ai requisiti richiesti.

Come gli altri standard internazionali per la sicurezza alimentare, è contemplato, nel triennio di certificazione, l’effettuazione di un audit non annunciato, a tutela dei clienti e dei consumatori.

Per quanto riguarda le tempistiche necessarie all’ottenimento della certificazione, deve essere analizzata lo scopo, la quantità di siti e la complessità aziendale.

n linea generale la tempistica è identica a tutti gli altri standard riconosciuti da GFSI. Ovvero tra i 6 ed i 12 mesi.

  • sicurezza, qualità e legalità alimentare;
  • tracciabilità alimentare;
  • sostenibilità ambientale, comprensiva della biodiversità, della gestione del terreno e delle risorse idriche;
  • Gestione integrata dei parassiti, dell’utilizzo di fertilizzanti e dei fitosanitari;
  • salute e sicurezza operativa dei lavoratori e sostenibilità socio economica;
  • catena di custodia.
  • AF 1 Storia, descrizione e gestione del sito;
  • AF 2 Registrazione / autovalutazione interna / ispezione interna;
  • AF 3 Gestione dell’igiene;
  • AF 4 Salute, sicurezza e benessere dei lavoratori sul lavoro;
  • AF 5 Gestione dei subappaltatori;
  • AF 6 Gestione dei rifiuti e dell’inquinamento, riciclaggio e riutilizzo;
  • AF 7 Conservazione e stoccaggio;
  • AF 8 Gestione dei reclami;
  • AF 9 Gestione del ritiro e richiamo dei prodotti dai mercati;
  • AF 10 Gestione del food defense (non applicabile per fiori e ornamentali e ppm);
  • AF 11 Global Gap Status;
  • AF 12 Utilizzo del logo;
  • AF 13 Gestione della tracciabilità e della segregazione (produzione parallela / proprietà parallela)
  • Dichiarazione politica di sicurezza alimentare af 14 (non applicabile per fiori e piante ornamentali e ppm)
  • AF 15 Gestione della Food Fraid, mitigazione alle frodi alimentari (non applicabile per fiori e piante ornamentali);

Etichetta GGN: cos'è?

L’etichetta GGN riporta un numero di 13 cifre che identifica in modo univoco ogni produttore e singolo membro di un gruppo di produttori presente nel database Global Gap. GGN, acronimo di Global Location Numbers, da pieno accesso a tutte le informazioni inerente al produttore, visibile anche al sistema GS1.

Per il consumatore, identificare un prodotto con l’etichetta GGN, sarà una assicurazione, in quanto è sinonimo di agricoltura certificata, responsabile e trasparente. Affinché i prodotti siano idonei per l’etichetta GGN, ogni membro della catena di approvvigionamento deve avere la certificazione IFA e la piena conformità con lo standard e con la valutazione del rischio sulla pratica sociale (GRASP).

Obiettivi e vantaggi del protocollo Global Gap

L’obiettivo dello standard internazionale di certificazione Global Gap è quello non solo di immettere alimenti sicuri sul mercato validando le buone pratiche agricole, zootecniche ed ittiche,  ma è dare un supporto alle organizzazioni primarie anche per il rispetto dei requisiti ambientali, sociali e di salute e sicurezza sul lavoro.

  • Adozione di un sistema di gestione qualità che unisca i principi del PDCA applicati ai requisiti applicabili a:
    • Aspetti ambientali: gestione degli impatti ambientali, aria, acqua, terreno e dei rifiuti;
    • Sicurezza dei prodottiSicurezza igienico sanitaria dei prodotti e gestione della catena di custodia a tutela di essi;
    • Prodotto: utilizzo di fitofarmaci impiegati, tecniche di irrigazione, protezione delle colture, modalità di raccolta e trattamenti post-raccolta;
    • Salute e benessere degli animali per l’allevamento;
    • Salute e sicurezza dei lavoratori e le loro condizioni di lavoro;
    • Elementi relativi alla gestione aziendale;
    • Protezione: gestione della food defense nei confronti di attività intenzionale volte alla contaminazione dei prodotti;
    • Prevenzione delle frodi: definizione delle attività per la prevenzione e mitigazione delle frodi alimentari;
    • Emergenze: capacità evoluta di gestire le eventuali emergenze ritiro e richiamo del prodotto sui mercati;
  • Identificazione sui mercati: grazie all’etichetta GGN ed alla presenta sul portale come azienda certificata;
  • Migliorare la propria immagine e reputazione commerciale;
  • Velocizzare i processi di qualifica e di fornitura a marchio della GDO;
  • Avere una certificazione riconosciuta a livello internazionale integrabile con altre norme;
  • Aumentare il valore della propria organizzazione e proteggere i propri investimenti.
Federico Pucci Sistemi & Consulenze

Come possiamo aiutarti?

Scopri i nostri servizi. Prenota una call gratuita con un nostro tecnico.

Certificazione Global Gap: come ottenerla con i nostri servizi

Sistemi & consulenze pone molta attenzione allo standard di certificazione Global Gap. In quanto crede che il settore primario sia ai pilatri nella nostra nazione e dell’alimentazione in genere.

Con la propria squadra di tecnici guiderà la tua organizzazione nell’implementazione e certificazione di questo standard, fono al rilascio del certificato Global gap. Siamo anche disponibili ad effettuare integrazioni con altre norme di certificazione.

  • Analisi del GAP per verificare la fattibilità e definire la tipologia di standard applicabile;
  • Definizione di un programma di lavoro condiviso;
  • Implementazione dei requisiti degli standard, ed eventuale implementazione o integrazione con norme e standard di certificazione;
  • Effettuazione di formazione alle risorse umane aziendali;
  • Effettuazione di audit interni, presso fornitori o nella filiera;
  • Assistenza per il riesame della direzione;
  • Assistenza per la scelta dell’organismo di certificazione, gestione dello stesso e pianificazione delle verifiche di certificazione;
  • Presenza durante gli audit da parte dell’organismo di certificazione per il rilascio del certificato Global Gap, e gestione delle eventuali non conformità scaturite;
  • Mantenimento dei requisiti per il mantenimento della certificazione Global Gap.

Possiamo anche erogare progetti di formazione on the job, per le risorse come il responsabile di sistema, e valutatore interno, secondo la norma ISO 19011. In alternativa ricoprire questi incarichi per il perdurare della durata contrattuale.

Sistemi & Consulenze ti accompagnerà nella progettazione, nell’implementazione ed applicazione della certificazione allo standard agricolo Global GAP  in ambito agricolo primario.  

Inviaci il modulo compilato per la redazione di un preventivo per ricevere informazioni sulla tempistica ed iter di ottenimento ed il costo della certificazione Global Gap

Scroll to Top
CONTATTACI SARAI PRESTO RICHIAMATO