Qualità dell’aria nei Sistemi di Ventilazione

Un’organizzazione durante la fase di analisi e valutazione del rischio aziendale definirà anche i prerequisiti, comprensivo quello sulla qualità dell’aria nei sistemi di ventilazione.

Il requisito deve essere analizzato sia per i criteri obbligatori in materia di sicurezza alimentare sia per la salubrità del luogo di lavoro requisito della salute e sicurezza sul lavoro.

I sistemi di ventilazione possono essere a flusso naturale o ad aria forzata, devono essere gestiti e ben mantenuti in quanto possono essere una via di contaminazione ambientale o veicolo di organismi potenzialmente pericolosi che possono aggredire gli alimenti e gli addetti esposti.

Il requisito della qualità dell’aria e dei sistemi di ventilazione è obbligatorio per le organizzazioni che abbiano il riconoscimento come laboratorio che lavora materie prime animali,  secondo il Bollo CE Reg 853 e per la normativa per la salute e sicurezza sul lavoro Dl 81.

Anche le organizzazioni che abbiano implementato un sistema per la sicurezza alimentare secondo uno standard per la certificazione alimentare dovranno inserire il criterio nei requisiti da valutare, monitorare e rispettare.

Durante la valutazione dei rischi si dovrà anche prendere in considerazione se l’organizzazione durante i propri processi utilizzi delle attrezzature, come per esempio compressori, macchine per il confezionamento, che possono avere un’impatto sulla qualità dell’aria essendo la stessa forza motrice o che possano essere veicolo di contaminazioni.

La Valutazione dei rischi sulla qualità dell’aria nell’industria alimentare

La ventilazione è composta da due fasi, la prima include il sistema di scarico che rimuove l’aria viziata dai locali, la seconda fare quella che fornisce l’aria fresca i locali di produzione. Esistono due tipi di sistemi di ventilazione, naturali e meccanici.

La ventilazione naturale può includere aperture come finestre, porte e prese d’aria, ovviamente protette, questa potrà essere adottata solo in aree dove non vi sono trattamenti termici che possono generare vapore, condense, aria oleosa.

I sistemi di ventilazione meccanica possono invece includere ventilatori, scarichi, condutture, unità di estrazione e unità di condizionamento dell’aria, ove necessiti l’asportazione dell’aria nel più breve tempo possibile.

Sistemi di Ventilazione qualità aria aziendale industria Vediamo quali sono i passi da effettuare per la redazione di un programma per la gestione della qualità dell’aria in azienda:

  • Il primo passo per valutare i rischi sulla qualità dell’aria è quello di identificare le necessità e di conseguenza i sistemi di flussi di aria più consoni all’attività che dovremmo effettuare;
  • Effettuare un’analisi dei rischi su quali possono essere le contaminazioni sui prodotti e sugli addetti e definire le azioni necessarie di mitigazione;
  • Definire le attrezzature più efficaci per far si che non vi siano possibili ristagni , condense, possibile aria contaminata o riflussi provenienti dall’esterno;
  • Mettere in atto un piano di pulizia e manutenzione di tali attrezzature;
  • Verificare con analisi di laboratorio la qualità dell’aria;
  • Monitorare continuamente il funzionamento delle attrezzature in modo che non si possano creare probabilità di per esempio condense, contaminazione tra aree dove si effettuano trattamenti, tipo puliture meccaniche, affumicamento, spolvero e soffiatura,…, ed aree pulite.

Le criticità e la verifica dei sistemi di ventilazione

Quando i sistemi di ventilazione aziendale per la qualità dell’aria non sono adatti o inefficaci all’interno di un’industria alimentare e non, possono verificarsi diverse criticità impattanti sui requisiti della sicurezza alimentare e del prodotto e sulla salute degli operatori:

  • Condensa da attività di riscaldamento ad es. Cucinare, cuocere a vapore, friggere, può causare la crescita di muffa, e condense con sgocciolamenti contaminanti sui prodotti ed attrezzature;
  • Accumulo di grasso su superfici che non possono essere rimosse da particelle sospese nell’aria;
  • Infestazione da parassiti o contaminazione da parassiti quando i sistemi di ventilazione naturale non sono adeguatamente schermati o impermeabili ai parassiti;
  • Contaminazioni tramite aria di sostanze come patogeni, allergeni, idrocarburi ed altro;
  • Circolazione di odori sgradevoli, microrganismi, lieviti e muffe da sistemi di ventilazione meccanica sporchi.

Tutti i sistemi di ventilazione aziendale per la qualità dell’aria dovrebbero essere regolarmente mantenuti per evidenziare l’efficacia. Consigliamo alle organizzazioni di definire la dove possibile e necessiti un contratto con un fornitore esterno per la manutenzione e sanificazione di questi sistemi.

E di inserire i criteri nelle ispezioni ed audit di verifica per considerare l’efficacia di questi sistemi in sede di revisione del piano per la sicurezza alimentare o durante il riesame della direzione.

CONTATTACI!! Se vuoi approfondire le tematiche sui sistemi di ventilazione e o vuoi valutare i rischi provenienti dall’areazione nella tua azienda.

Ultimo aggiornamento il