Il questionario dei Fornitori

Il questionario dei fornitori

La qualifica dei fornitori è un prerequisito fondamentale comune a tutti gli ambienti, qualità, sicurezza alimentare, sicurezza sul lavoro, ambiente, privacy, il primo step di questa procedura si basa sull’invio di un questionario al fornitore per la raccolta della informazioni necessarie al processo di qualifica.

Il processo di qualifica, alla ricezione del questionario dal fornitore proseguirà, con la verifica dei dati, e con la valutazione dello stesso, secondo i requisiti richiesti, ed all’inserimento o meno nel registro dei fornitori qualificati per l’acquisto di beni e servizi necessari allo svolgimento delle produzioni e o funzioni del contesto aziendale.

La redazione del questionario dei fornitori

Ma che cosa deve contenere il questionario dei fornitori? Questo necessario documento deve essere in grado di fornirci tutti i dati  necessari per una prima valutazione, secondo procedura, del fornitore e dei prodotti, servizi acquistati e dovrebbe contenere almeno:

Il questionario dei Fornitori

  • Dati aziendali, indirizzi, numero di tel, dati fiscali e persona di riferimento dell’azienda;
  • Dati sui prodotti e servizi, che comprendono schede tecniche, di emergenza, qualifiche professionali, certificazioni;
  • Dati specifici sui processi, trattamenti, pest control, piani di test ed analisi, gestione allergeni, food defense, food fraud, gestione corpi estranei, verniciatura, saldatura, ecc;
  • Dati specifici sulla tracciabilità e la pianificazione, effettuazione di un test con il fornitore nel processo di qualifica;
  • Assicurazione aziendale contro danni sui prodotti e servizi erogati all’azienda.

La verifica dei dati presenti nel questionario

Non basta però ricevere ed archiviare il questionario dei fornitori ricevuto, la risorsa che si occupa della qualifica, in genere la funzione acquisti, deve effettuare le seguenti operazioni:

  • Verifica dei dati aziendali tramite visura aziendale;
  • Verifica delle schede tecniche, emergenza, verbali di analisi, del loro aggiornamento, almeno triennale, o per aggiornamenti normativi, qui può essere utile anche la figura del consulente esterno, e che tutte le informazioni siano coerenti con quanto acquistato o da acquistare;
  • La verifica di presa visione e le modalità di archiviazione;
  • La figura di riferimento dell’azienda fornitrice;
  • Se necessario la competenza dell’azienda per i prodotti, servizi richiesti, CV, formazione, esperienza, certificazioni, assicurazioni e verifica di aggiornamento;
  • Le azioni da intraprendere in caso di non rispetto di quanto richiesto.

Può essere utile, inserendola nella procedura approvvigionamento ed effettuando formazione alla risorsa, la redazione di un’apposita istruzione operativa. Ovviamente a  seconda della norma e  dei requisiti richiesti può essere necessario la definizione dei rischi delle materie prime, e l’effettuazione di un audit per la valutazione del fornitore o dei test di tracciabilità.

Contattaci!! Se vuoi approfondire le tematiche o vuoi progettare il questionario per la qualifica dei fornitori.

Pubblicato da

Federico Pucci

Servizi di consulenza direzionale organizzativa, implementazione sistemi di gestione per certificazioni qualità, ambiente, sicurezza, alimentare, servizi di audit, consulenza formazione aziendale sicurezza sul lavoro, alimentare, ambiente, privacy.