Consulenza Accreditamento Regionale Enti di formazione

Enti di formazione accreditata in Regione

Gli enti di formazione accreditata in Regione sono organizzazioni private, site sul medesimo territorio, cui viene riconosciuta l’idoneità a gestire attività di formazione finanziata con risorse pubbliche. Necessario, anche per poter erogare corsi di formazione riconosciuti in ambito sicurezza alimentare, e salute e sicurezza sul lavoro.

enti di formazione accreditata

Il riconoscimento da parte della Regione si riferisce sia ai requisiti minimi in termini di competenze sia alla dotazione di risorse strumentali, e strutturali, indipendentemente dalle scelte organizzative degli enti di formazione che restano autonome.

L’accreditamento è il requisito fondamentale per accedere ai bandi pubblicati dalla Regione con cui finanzia attività formative attingendo a fondi pubblici comunitari, nazionali o regionali.

Nel proseguo dell’articolo cercheremo di spiegare perché sia importante l’accreditamento regionale per una realtà di formazione. Considerando che, quest’ultima è di competenza regionale, e che quindi, dovranno essere verificati i requisiti specifici che possono cambiare da Regione a Regione.

Vuoi ottenere l’accreditamento regionale come ente di formazione? Prenota una call gratuita con un nostro consulente.

Che cosa sono gli enti di formazione accreditati in Regione?

In linea generale, gli enti di formazione accreditata in Regione, sono realtà che hanno nel loro contesto la progettazione ed erogazione di percorsi formativi. In questo caso, in riconoscimento non avviane tramite un organismo di certificazione accreditato.

Ma sarà l’organismo formativo della Regione di competenza a dover verificare che vi siano i requisiti necessari. I requisiti comprendono in linea generale comprendono:

  • Storicità di presenza sul territorio;
  • Requisiti organizzativi. Per esempio talune Regioni richiedono l’adozione di un sistema di gestione per la qualità certificato, secondo la norma di certificazione ISO 9001;
  • Requisiti strutturali. Aule, areazione, luce, finestre, barriere architettoniche, vie di fuga;
  • Requisiti per le competenze delle figure atte alla gestione ed alla formazione;
  • Requisiti di processo. Precise modalità di progettazione ed approvazione dei percorsi formativi, delle modalità di esame e del rilascio degli attestati.

Per verificare lo stato di accreditamento di un ente di formazione, basta verificare il codice di riferimento con cui è stato approvato. In particolare, un ente accreditato MIUR esterno al mondo scolastico, offre formazione per il personale docente, educativo, direttivo, amministrativo, tecnico e ausiliario (art. 66 del Contratto Collettivo nazionale 23 luglio 2003).

Per un’organizzazione, che opera in questo contesto, può anche essere utile, l’implementazione della norma tecnica di settore, che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la formazione.

Condizione di privilegio per l’ente di formazione: garanzia per i cittadini

Al fine di operare al servizio del pubblico, è necessario che un ente di formazione venga accreditato: il riconoscimento ufficiale di qualità da parte della Regione si ottiene a patto che l’ente sia dotato di requisiti che ne attestino l’affidabilità.

Ciascuna Regione aggiorna periodicamente una lista di enti di formazione accreditata garantendo la loro qualità e capacità di gestire servizi per i privati. Le Regioni selezionano e premiano soltanto gli enti che rispettano gli standard nazionali di qualità e che adempiono gli obblighi previsti dalla legge.

Per accedere ad alcuni bandi, l’accreditamento è obbligatorio. Per alcune materie (ad esempio, Salute e Sicurezza sul Lavoro), la docenza deve essere effettuata da enti accreditati.

In sintesi, l’accreditamento regionale è un giudizio di conformità certificato ed una condizione di privilegio per l’ente, nonché una garanzia per il singolo cittadino in termini di standard qualitativi.

Quali enti possono ottenere l’accreditamento regionale?

Gli enti di formazione, organizzazioni private, devono coordinare la loro attività con le Regioni. Tramite accordi con Regioni e Province, gli enti accreditati possono accedere a finanziamenti pubblici, partecipare a bandi, creare sinergie e convenzioni formali.

L’accreditamento, la qualifica di un ente di formazione accreditata, è a tutti gli effetti un’autorizzazione da parte del Ministero dell’Istruzione ma non tutti gli enti possono ottenerla. Possono richiedere la certificazione gli enti che dispongono di:

  • Uno statuto che prevede la formazione in almeno uno degli ambiti inclusi nella direttiva;
  • Un atto costitutivo o statuto redatto tramite atto pubblico al momento della presentazione della domanda.

Enti di formazione accreditati Miur: requisiti

Per ottenere la qualifica come ente accreditato dal Miur, bisogna possedere i seguenti requisiti:

  • Formazione e ricerca come attività prevalenti specificate nello statuto dell’ente;
  • Aver effettuato, 3 anni prima della richiesta, almeno 3 corsi di 20 ore ciascuno in 3 Regioni italiane;
  • Disporre di risorse tecnologiche ed umane adeguate;
  • Assicurare la disponibilità di risorse professionali idonee in rapporto alla formazione proposta, il tutto documentato nel curriculum vitae;
  • Aver svolto attività innovative documentate.

Per quanto riguarda l’accreditamento regionale, devono anche essere rispettati tutti i requisiti definiti dalla regolamentazione territoriale. Ovviamente, l’ufficio formazione regionale, prima del rilascio dell’accreditamento, effettuerà un’ispezione. Che a seconda della regione potrà essere ripetuta periodicamente.

Gli enti di formazione accreditata, sono soggetti ovviamente a monitoraggio e rapporti continui con gli uffici territoriali. Non solo per la compilazione dei formulari di formazione accreditata, e per la proposta di percorsi formativi da accettare. Per molti corsi professionali, sarà necessaria, infatti, anche la presenza di una commissione regionale durante le sessioni di esame.

Per quanto riguarda invece i percorsi formativi, inerenti alla certificazione delle professioni, il discorso è un poco diverso. Così come per la formazione riconosciuta per i valutatori. In questo caso, il percorso formativo, sarà solo coadiuvato al superamento dell’esame finale, rispetto alla norma richiesta.

Ed il riconoscimento di questo ‘esame’ sarà a cura di organismi per la certificazione delle professioni, come per esempio Cepas.

Come fare domanda di accreditamento

La domanda per l’accreditamento MIUR deve essere trasmessa online collegandosi al sito web ufficiale del MIUR almeno un anno prima che inizi l’attività per cui l’ente intende essere qualificato.

L’oggetto della domanda per il riconoscimento del MIUR può riguardare un solo corso di formazione in un piano più ampio oppure l’intero piano didattico. Per procedere invece verso un accreditamento regionale, deve essere inviata la richiesta visionando le modalità specifiche dei siti della propria regione.

Ottieni l’accreditamento del tuo ente di formazione. Prenota una call gratuita con un nostro consulente.

Consulenza accreditamento regionale: i nostri servizi

Sistemi & Consulenze a portato a termine con successo dei percorsi di accreditamento regionale con vari enti. Possiamo quindi assistere la tua organizzazione, nel raggiungimento di questo obiettivo, con i seguenti servizi mirati di consulenza accreditamento regionale:

  • Richiesta della domanda di accreditamento;
  • Implementazione dei requisiti ed assistenza per la pianificazione delle eventuali modifiche strutturali;
  • Eventuale implementazione della norma ISO 9001, qualora richiesta;
  • Progettazione di un sistema documentale di gestione;
  • Assistenza nella progettazione dei percorsi di formazione per invio alla Regione di competenza;
  • Effettuazione di audit ispettivi;
  • Presenza durante le ispezioni dell’organo regionale e dell’organismo di certificazione.

Possiamo anche, ricoprire ruoli come responsabile per il sistema di gestione per la qualità, e formare le risorse sulle varie norme implementate, e sulla norma ISO 19011, per la figura interna che dovrà effettuare gli audit.