Global GAP

Global GAP Focus

Il protocollo Global GAP , Good Agricultural Practice,  definisce le buone pratiche agricole  relative agli elementi essenziali per loGlobal Gap sviluppo della best practice (migliore tecnica) applicabili ad aziende agricole, coltivazioni e prodotti della terra ed  a gli allevamenti.

Questo protocollo nasce nel 1997 ,EurepGAP, come iniziativa di alcune  importanti catene distributive europee, appartenenti all’ Eurep (Euro-Retailer Produce Working Group).
L’obiettivo era quello si sostenere la commercializzazione dei prodotto agricoli nel rispetto di un protocollo che garantiva:

  • produzioni sicure per il consumatore;
  • tracciabilità;
  • rispetto dell’ambiente;
  • salvaguardia della salute dei lavoratori.

Il successo ottenuto dallo standard nel settore ortofrutticolo ha portato ad un riconoscimento a livello mondiale dello stesso con ampliamento nella nuova versione GlobalGAP – IFA versione 4 Sottocampo di applicazione Fruit and Vegetables .
Al protocollo GLOBAL G.A.P. hanno aderito diversi soggetti coinvolti nella filiera agroalimentare:
Produttori (singoli o figure collettive)

  • GDO Europea
  • Membri associati (laboratori, enti di certificazione, società di consulenza, aziende produttrici di mezzi tecnici per l’agricoltura).
La certificazione di prodotto GLOBAL G.A.P costituisce uno strumento di vantaggio competitivo, soprattutto nelle relazioni Business to Business.
Punti chiave

Il protocollo prevede la
gestione di requisiti relativi a:
  • Aspetti ambientali (storia e gestione dei siti, gestione del terreno e dei rifiuti);Global Gap
  • Prodotto (fitofarmaci impiegati, tecniche di irrigazione, protezione delle colture, modalità di raccolta e trattamenti post raccolta);
  • Salute degli animali;
  • Salute e sicurezza dei lavoratori e le loro condizioni di lavoro;
  • Elementi relativi alla gestione aziendale.

Sono possibili due opzioni di certificazione a fronte del Protocollo GLOBAL GAP:

  1. Azienda agricola singola
  2. Gruppi di Produttori ,  Cooperative, Consorzi, Organizzazione di Produttori etc… A questi ultimi è richiesta anche la realizzazione di un Sistema Qualità documentato, capace di gestire le relazioni tra i soci produttori e garantire che tutti operino in conformità ai requisiti richiesti dallo standard.
Vantaggi:

La possibilità di rispondere alle richieste provenienti dai clienti europei che  richiedono l’adozione di standard internazionali. GLOBAL GAP infatti definisce lo standard di produzione dei prodotti ortro frutticoli condiviso eGlobap Gap accettato dai maggiori gruppi della distribuzione europea.
L’integrazione e le sinergie con le  regole della Produzione Integrata per la produzione e commercializzazione di ortofrutta e prodotti freschi in genere.
Il protocollo
GLOBALGAP rappresenta una vera e propria Linea Guida per le Buone Pratiche Agricole.

Lo standard Global Gap da la possibilità di certificare anche le seguenti tipologie di organizzazioni:

 GLOBALG.A.P. IFA – Acquacoltura  è oggi lo standard globalmente riconosciuto anche per il settore dell’acquacoltura.

  GLOBALG.A.P Compound Feed Manufacturing lo standard GLOBALG.A.P Compound Feed Manufacturing (CFM) definisce nel dettaglio gli obblighi per i produttori di mangimi composti.

Contattaci!! Sistemi & Consulenze ti accompagnerà nella progettazione , nell’implementazione ed applicazione del protocollo Global Gap.


Link di Riferimento Global GAP

www.accredia.it – www.bureauveritas.it – www.dnv.it – www.kiwacermet.it  – www.lrqa.it – www.rina.org