Certificazione EN 1090: Che cosa è?

La certificazione EN 1090 è obbligatoria, riconosciuta a livello internazionale, per le organizzazioni che si occupano della marcatura CE delle strutture metalliche.

L’attestazione evidenzierà la capacità della tua azienda di rispettare gli standard  qualitativi definiti della norma, infatti, tutti i produttori di strutture metalliche in acciaio e alluminio devono prevedere l’implementazione di questi standard.

In particolare, queste organizzazioni devono qualificare i propri prodotti attraverso prove o calcoli iniziali e certificare il proprio FPC (Factory Production Control) mediante l’intervento di un Organismo Notificato Autorizzato.

Si tratta di una norma armonizzata che stabilisce i requisiti per la marcatura, secondo la Direttiva Europea 89/106/CE (CPD, Construction Product Directive) e il nuovo Regolamento Europeo n. 305/2011 (CPR, Construction Products Regulation, per il quale si ricorda che la quasi totalità degli articoli viene applicata soltanto dal 1° luglio 2013).

Contatta un nostro tecnico Adesso

Requisiti Certificazione EN 1090: quali sono?

La norma per la certificazione En 1090 prescrive che la fabbricazione dei prodotti dovrà essere effettuata in accordo con le norme Iso 3834. In questo caso, la certificazione di tale norma non è obbligatoria.

Allo stesso modo, non è più obbligatorio ottenere la certificazione del sistema di gestione qualità secondo la norma Iso 9001, la quale era invece richiesta prima del 1° luglio 2014.

Tali norme, però, dovranno comunque essere considerate per gli elementi di fabbricazione (3834) e di gestione del sistema (9001).

Questo approccio è stato chiarito dalla nota del Servizio Tecnico Centrale, Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici del 5 giugno 2014.

Il campo di applicazione della certificazione è piuttosto vasto. Comprende componenti in acciaio e in alluminio utilizzati in diversi tipi di opere, come ad esempio capannoni, intelaiature per edifici residenziali o uffici, ponti in acciaio e calcestruzzo, viadotti, tralicci, stadi e grandi spazi espositivi.

certificazione en 1090

Certificazione En 1090: aree di definizione

La norma per la certificazione è suddivisa in tre parti ben definite:

La prima di queste è la Uni  En 1090-1:201. Essa specifica i requisiti per la valutazione di conformità delle caratteristiche prestazionali nel caso di componenti strutturali in acciaio e alluminio nonché per i kit immessi sul mercato come prodotti da costruzione.

Questa parte rappresenta la versione ufficiale della norma europea Part 1: Requirements for conformity assessment of structural components. Quest’ultima è entrata in vigore, come EN armonizzata, il 1° gennaio 2011. Il periodo di coesistenza con la normativa preesistente è scaduto il 1° luglio 2014.

La seconda parte della norma En 1090-2:2011 si occupa di stabilire i requisiti per l’esecuzione delle strutture in acciaio, indipendentemente dalla loro tipologia e forma (per esempio edifici, ponti, piastre, travi reticolari). Vengono comprese le strutture soggette a fatica o ad azioni sismiche. La norma si applica a strutture e a elementi strutturali progettati secondo l’Eurocodice 3.

La terza ed ultima parte della norma è la En 1090-3:2008, che riguarda esclusivamente strutture in alluminio. È la versione ufficiale della norma europea Part 3: Technical requirements for aluminium structures.

I campi di Applicazione della Certificazione:

  • Saldatura;
  • Taglio;
  • Piegatura;
  • Punzonatura;
  • Imbullonatura;

Certificazione: EN 1090: come possiamo aiutare la tua azienda

Sistemi e Consulenze eroga i seguenti servizi di consulenza e formazione per il rilascio della certificazione EN 1090 su tutto il territorio nazionale. Fornendo:

Contattandoci riceverai tutte le informazioni necessarie sull’iter e le tempistiche di ottenimento e sul costo della certificazione EN 1090.
Scroll to Top
DESIDERI MAGGIORI INFORMAZIONI?