Gestione e prevenzione degli infestanti Industria alimentare

Strategie per la Prevenzione e Lotta Infestanti nell’Industria Alimentare

Gli infestanti e i contaminati da essi trasmessi rappresentano una minaccia non indifferente per l’industria alimentare. Le perdite economiche e la pubblicità negativa successive a un’infestazione possono essere enormi e avere anche un impatto sulla continuità dell’azienda. Un’organizzazione che vuole tutelare il proprio business deve senza dubbio effettuare una rigorosa prevenzione e lotta contro gli infestanti.

Prevenzione Degli Infestanti industria alimentare

Più di una volta cerchiamo di risolvere il problema una volta in cui si sia già manifestata un’infestazione. È proprio in questo caso che le organizzazioni cercano di correre ai ripari contattando le aziende disinfestatrici specializzate nella prevenzione infestanti industria alimentare. Tuttavia, questa misura non è sufficiente per prevenire eventuali infestazioni future. Occorre partire da un’analisi dei rischi e mettere in atto strategie per la prevenzione di simili avvenimenti.

Purtroppo, siamo di fronte a una regolamentazione carente sull’aspetto importantissimo della sicurezza alimentare. Negli ultimi anni, si è iniziato a discutere degli infestanti industria alimentare anche per via delle loro conseguenze ambientali.

Strategie per la Prevenzione e Lotta Infestanti nell’Industria Alimentare

Una buona strategia di prevenzione infestanti nell’industria alimentare si deve basare su azioni preventive e sull’analisi dei rischi. Tali rischi devono essere monitorati per evitare di intervenire solo in caso di un’infestazione in atto. La direzione dovrà includere nel budget aziendale le risorse necessarie per la prevenzione e lotta infestanti. L’organizzazione dovrà investire sulla formazione di tutte le figure interne in relazione al monitoraggio, prevenzione e ai comportamenti da tenere in caso di ritrovamenti di infestanti e loro tracce. Le infestazioni nell’industria alimentari possono essere prevenute tenendo in considerazione i seguenti aspetti:

  • Sanificazione – Avere un efficace programma di sanificazione e disinfezione in atto aiuta ad eliminare i residui delle materie prime e dei prodotti finiti sulle attrezzature, macchinari e ambienti. Se non adeguatamente rimossi, questi scarti possono causare infestazioni.
  • Stoccaggio dei  Materiali –  È importante effettuare un monitoraggio delle possibili rotture e fuoriuscite di materie prime nel caso vengano stoccate in silos. Lo stesso vale nel caso in cui le varie operazioni di produzione passino tramite tubature. Le aree di stoccaggio all’aperto devono essere gestite correttamente. L’organizzazione effettuare una verifica visiva delle forniture ricevute per confermare l’assenza di infestazioni o tracce di esse. Le forniture devono poi essere conservate in modo tale da non diventare veicoli per l’introduzione di animali nocivi.
  • Macchinari – Si consiglia a ogni organizzazione di conservare le attrezzature ferme in condizioni igieniche protette da polvere, terra, pulite e altri elementi.
  • Rifiuti –  Spesso le organizzazioni prestano molta attenzione alla lavorazione di un prodotto ma non al sottoprodotto, ovvero i rifiuti generati da questi processi. Questo aspetto è ancora più importante nel caso in cui tali scarti possano offrire riparo e alimentazione ai parassiti. Per questo motivo, è importante mettere in atto delle procedure di gestione dei flussi, delle tempistiche e delle periodicità per evitare il prolificarsi di infestanti. I contenitori di rifiuti e i sistemi di movimentazione vicino alle porte spesso attraggono molte specie di parassiti. Quindi i rifiuti devono essere adeguatamente tenuti lontani dagli edifici. Inoltre, i contenitori di rifiuti devono essere chiusi ermeticamente per poi essere ripuliti dai rifiuti e dalle possibili perdite di essi.
  • Strutture – È fondamentale proteggere ogni possibile ingresso. Si possono abbassare notevolmente la probabilità del verificarsi di tali avvenimenti per esempio verificando che le porte rimangono chiuse e che non vi siano spazi di luce intorno ad esse. È altrettanto importante installare delle reti per gli insetti sulle finestre. Consigliamo di proteggere prese d’aria, tombini e scoli con delle reti, per impedire l’ingresso di infestanti nell’azienda. Inoltre, è necessario riparare le crepe. I parassiti, infatti, possono entrare nell’azienda tramite crepe e fessure strutturali che possono trovarsi nei giunti della pavimentazione, sui muri o nei materiali di rivestimento delle strutture. Una volta eliminate le crepe, è opportuno trattarle con insetticidi residui e riempirle di sigillante.
  • Aree Esterne –  Si parte dalla gestione delle aree esterne e dalla manutenzione di aree verdi per poi estendersi fino a eventuali terreni vicini. L’azienda deve anche provvedere a proteggere le fognature con delle reti, evitare di utilizzare rampicanti sulle strutture, limitare l’ammasso di materiali esterni. Nel caso di bancali di legno, è essenziale prestare particolare attenzione allo stoccaggio nel caso in cui questi debbano essere utilizzati all’interno dell’azienda in un secondo momento. Infine, si consiglia di proteggere i tetti da possibili nidi e di mettere in sicurezza i materiali che possano favorire il passaggio da strutture vicine. I ristagni d’acqua devono essere evitati il più possibile.
  • Igiene – In questo caso, occorre formare le risorse interne per avere un buono stato igienico, vietare l’ingresso di alimenti in azienda e mantenere pulita l’area spogliatoi.

Gestione di una Procedura per il Pest Control

Oltre le strategie che abbiamo visto per la prevenzione infestanti, l’organizzazione deve definire una specifica procedura che sarà composta dai seguenti passaggi:

  • Nominare un’azienda di disinfestazione professionale possibilmente certificata con la norma tecnica per il Pest Management ISO 16636 e ambiente ISO 14001;
  • Collaborare con l’azienda di disinfestazione per effettuare un’analisi dei rischi. È necessario anche definire le soglie critiche, le frequenze di monitoraggio, i materiali e i prodotti utilizzati;
  • Definire le responsabilità per il monitoraggio interno e la formazione delle risorse umane necessaria al riconoscimento delle infestazioni;
  • Creare un piano di monitoraggio interno, oltre a quello esterno;
  • Effettuare audit e tenere conto delle catture e dei consumi;
  • Riesaminare il piano di autocontrollo per determinare se sia stato effettuato con il sistema HACCP o HARPC in merito alla validità del sistema di prevenzione e lotta infestanti.

Un’organizzazione interessata a mettere in atto un Pest Control deve lavorare a stretto contatto con l’azienda di disinfestazione esterna, la quale deve essere qualificata come fornitore di questo servizio. Per questo motivo, è necessario richiedere prova della competenza in tal senso degli operatori, così come maggiori informazioni sulla gestione dei rifiuti. Da non sottovalutare sono l’aggiornamento continuo della documentazione e il rispetto della regolamentazione aziendale per l’ingresso in azienda.

Le norme sulla certificazione alimentare forniscono dei requisiti per la prevenzione infestanti nell’industria alimentare. Questi standard richiedono audit approfonditi per verificare l’efficacia del servizio di Pest Control.

Contattaci! Siamo a tua disposizione se vuoi approfondire queste tematiche o vuoi redigere un programma di lotta integrata per la prevenzione degli infestanti con un Pest Expert. I nostri esperti possono effettuare un audit per certificare la situazione attuale in tal senso all’interno della tua organizzazione.

Pubblicato da

Sistemie-Admin

Servizi di consulenza direzionale organizzativa, implementazione sistemi di gestione per certificazioni qualità, ambiente, sicurezza, alimentare, servizi di audit, consulenza formazione aziendale sicurezza sul lavoro, alimentare, ambiente, privacy.