Perché la certificazione ISO 45001 può aiutarti nella prevenzione degli infortuni?

La norma UNI ISO 45001 ha sostituito definitivamente lo standard BS OHSAS 18001, ma perché questa certificazione può aiutarti nella prevenzione degli infortuni? La ISO 45001 è la prima norma internazionale, ISO, che definisce gli standard minimi di best practices per la salute e sicurezza dei lavoratori.

Perché la certificazione ISO 45001 può aiutarti nella prevenzione degli infortuni

Grazie a questo strumento sarai in grado di contrastare in modo più efficace infortuni e malattie professionali, di migliorare le politiche di prevenzione degli infortuni all’interno di un’azienda e di ridurre i rischi sul lavoro.

Un infortunio o una malattia processionale non è un danno solamente per l’interessato, ma coinvolge tutta la società. Morti bianche, infortuni e malattie professionali invalidanti, sono un grave danno al tessuto sociale ove opera l’organizzazione.

Oltre ad essere un costo sanitario, ed un disagio sociale, una gestione non coerente della salute e sicurezza sul lavoro, non favorirà né il benessere sul posto di lavoro,  ne la produttività dell’azienda, ne la soddisfazione dei clienti.

È per questo che andare al di là di una gestione statica dei requisiti obbligatori della salute e sicurezza sul lavoro, implementando la norma di certificazione ISO 45001 sarà fondamentale nella prevenzione degli infortuni.

Prevenzione degli infortuni: il focus della certificazione ISO 45001

Il focus della norma non è solamente nei confronti del rispetto dei requisiti obbligatori. Perché è dimostrato che essi non bastano per una efficace prevenzione degli infortuni. Ma richiede anche una gestione organizzativa che introduce dei principi fondamentali come:

  • Analisi del rischio e delle opportunità, del contesto in cui opera l’organizzazione, fattori interni ed esterni che possono incidere sulle performance del sistema;
  • Il ruolo di leadership aziendale a tutti i livelli, necessario per lo svolgimento e per la gestione della prevenzione degli infortuni;
  • Il coinvolgimento e la partecipazione attiva dei lavoratori a cominciare dal rappresentante dei lavoratori per la sicurezza (RLS) e di tutte le figure operanti nell’organizzazione;
  • Miglioramento continuo grazie all’adozione dei principi del PDCA, plan, do, check, act;
  • Struttura ad alto livello (HLS) garantendo uniformità tra le diverse norme ISO, in particolare ISO 9001 (gestione per la qualità), ISO 14001 (gestione per l’ambiente), ISO 22000 (sicurezza ed igiene alimentare), ed altre.

Vuoi ricevere informazioni sui nostri servizi? Prenota una call con un nostro tecnico.

Coinvolgimento degli stakeholder nella prevenzione degli infortuni

La certificazione ISO 45001 può aiutarti nella prevenzione degli infortuni e delle malattie professionali. Offre diversi vantaggi sia in termini di sicurezza sia economici.  

Come abbiamo già visto sopra, è lo standard per eccellenza che certifica la conformità ai requisiti previsti per i sistemi di gestione SSL. Necessario a valutare, prevenire, ridurre e gestire eventuali rischi nell’ambito di attività ordinarie e straordinarie.

Per risultare efficace, il sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro va implementato solo dopo che la direzione dell’azienda insieme ai lavoratori avrà valutato i fattori di interesse: contesto, pericoli, rischi, obiettivi, prestazioni.

In una parola, la valutazione del rischio organizzativo, associato a tutti i fattori del contesto interno ed esterno all’organizzazione,  la definizione di attività atte alla prevenzione e mitigazione di quanto ottenuto, compreso i rischi residui delle azioni adottate e delle opportunità da cogliere.

Ovviamente verrà anche valutata l’identificazione dei possibili infortuni e malattie professionali associati all’attività aziendale con la classica valutazione dei rischi aziendali o DVR.

Il ruolo di leadership sarà necessario a stimolare il personale a segnalare incidenti, pericoli, rischi ed opportunità: ogni segnalazione contribuirà in fase di decisione delle misure da adottare. I lavoratori devono essere informati e formati sui vari aspetti della salute e sicurezza sul lavoro. L’azienda tiene conto anche delle esigenze degli altri stakeholder (fornitori, clienti, capogruppo, organizzazioni sindacali, ecc.).

Incidenti, non conformità ed azioni correttive: i grandi assenti

Quante volte ci sentiamo dire che non ci sono state problematiche? Ma di deviazioni, dopo un giro in azienda ne vediamo a bizzeffe? La prevenzione degli infortuni non è efficace senza una presa di coscienza delle attività di valutazione e studio.

L’organizzazione deve essere capace di valutare tanto i rischi quanto saper pianificare azioni correttive o linee strategiche da seguire . Garantire, mantenere e migliorare il sistema di gestione SSL ISO 45001 richiede impegno, capacità nel gestire incidenti e non conformità.

Nell’eventualità di un incidente o non conformità, l’azienda deve saper reagire con tempestività, intraprendere azioni di controllo ed azioni correttive, comprensive di valutazione di studio delle analisi delle cause, per estirpare la motivazione dell’avvenuta deviazione.

Definendo anche la verifica dell’efficacia dell’azione intrapresa e non solo fermandosi all’adozione di una attività di correzione, spesso neppure efficace.

Il costante miglioramento delle performance deve spingere a riesaminare l’efficacia di ogni valutazione dei rischi e, se necessario, portando a modificare il sistema di gestione. La frequenza delle valutazioni di conformità è variabile a seconda dei cambiamenti operativi, dei requisiti legali, ecc. Per ogni incidente avvenuto, l’azienda è tenuta a conservare informazioni documentate riguardo al tipo di evento, risultati ed efficacia delle azioni correttive messe in campo. Dovrà comunicare tali informazioni a lavoratori e stakeholder.

Porsi obiettivi in vista di un miglioramento costante

L’organizzazione deve porsi precisi obiettivi per la prevenzione degli infortuni, strategici, operativi, tattici per migliorare rispettivamente le performance del sistema di gestione, le attività aziendali, progetti e processi.

Per raggiungere tali obiettivi, l’azienda deve esaminare le risorse necessarie (finanziarie, umane, tecnico tecnologiche, ecc.). Definendo anche le attività da compiere per il raggiungimento, i target e gli indicatori di monitoraggio, comprendendo anche le responsabilità e le attività in cui tali target non venissero rispettati.

La certificazione ISO 45001 per sua natura porta ad un miglioramento costante dell’azienda che, in particolare, dovrà puntare sulle performance relative al sistema di gestione SSL, coinvolgimento del personale, azioni correttive, riesame della direzione e della valutazione dei rischi, risposta alle emergenze ed al cambiamento , buone prassi interne ed esterne, competenze dei lavoratori. Dati ed evidenze che saranno necessari in fase di riesame della direzione per valutare la necessità di revisione del sistema e delle attività implementate.

Certificazione ISO 45001: vantaggi della sana prevenzione degli infortuni

La certificazione ISO 45001 offre diversi vantaggi in ottica di prevenzione degli infortuni:

  • Definizione coerente del contesto aziendale per identificare te parti interessate e le loro esigenze ed aspettative;
  • Definizione sistemica dei rischi strategici e tecnici, fondamentale per avere un focus sulle risorse necessarie sul possibile punto debole, senza perdite di tempo e soldi;
  • Miglioramento del benessere sul lavoro, prevenzione dei pericoli psicosociali e miglioramento della produttività;
  • Miglioramento delle competenze e della consapevolezza di tutte le risorse impegnate;
  • Riduzione di incidenti, infortuni, malattie professionali;
  • Miglioramento della segnalazione dei quasi incidenti;
  • Miglioramento della capacità di gestione delle emergenze e della valutazione delle deviazioni;
  • Miglioramento dei rapporti con tutti gli stakeholder;
  • Processi e performance sui requisiti obbligatori di salute e sicurezza sul lavoro migliorati;
  • Riduzione dei costi diretti e indiretti associati ad infortuni e malattie professionali (sanzioni, spese mediche, mancata produttività, spese legali, danni d’immagine);
  • Possibilità di esonero dalla responsabilità sociale d’impresa (D.Lgs. 231/01);
  • Riduzione del premio assicurativo INAIL contro gli infortuni e le malattie professionali presentando il modello OT 23.
  • Attribuzione di punteggi maggiorati nei processi di qualifica per la partecipazione a gare di affidamento pubbliche e private;
  • Insieme alle performance migliora la reputazione aziendale e la competitività sul mercato, facilitando i processi di qualifica come fornitore nel settore privato e pubblico.

Se sei interessato ad implementare la norma di certificazione del sistema di gestione per la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro per efficientare il processo di prevenzione degli infortuni.

Scroll to Top
DESIDERI MAGGIORI INFORMAZIONI?