Etichettatura oliodi oliva

Etichettatura olio di oliva

L’etichettatura olio di oliva aggiornamento guida pratica

Dopo le novità provenienti dagli Stati Uniti, dove FDA ha ‘premiato’ l’olio extra vergine di oliva con la dicitura a ‘farmaco’, è stata resa disponibile la Guida pratica sulla Etichettatura olio di oliva , la seconda edizione aggiornata al 31.12.2018, una guida appunto, sulle informazioni obbligatorie che devono essere riportate sulle etichette, su i parametri ed i valori facoltativi, come utile strumento di tutela per i produttori e per i consumatori di mercati in continuo movimento e  sempre più sensibili non solo agli aspetti della sicurezza alimentare ma a  quelli delle frodi, della provenienza e qualità dei prodotti.

Etichettatura oliodi oliva

Il Dipartimento dell’Ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari, ICQRF, nelle figure ha aggiornato la guida  con le novità dei DL 145/17, inerenti alla sede e stabilimento di confezionamento, e n.231/17, art.17, sull’identificazione del lotto e del Reg Ce 1096/18, rendendo disponibile anche degli strumenti, come l’esempio di compilazione dei registri telematici degli olii, per cercare di arginare i fenomeni della frode alimentare sia volontaria, sia dovuta ad una errata etichettatura olio di oliva. Nel settore dell’olio, infatti, nel 2018, ICQRF ha svolto oltre 6.600 controlli ispettivi e analitici, verificando 3.167 operatori: numerose delle irregolarità riscontrate hanno riguardato proprio l’etichettatura, che ancora una volta è uno degli aspetti più sanzionati nei prodotti alimentari.

La “Guida pratica all’etichettatura olio di oliva” può essere scaricata qui.