Certificazione ISCC: Cos’è?

La certificazione International Sustainability and Carbon Certification

La certificazione ISCC, International Sustainability and Carbon Certification, è uno standard a favore dell’economia circolare per la sostenibilità e tracciabilità nelle filiere sostenibili delle materie prime, nei settori dell’energia rinnovabile, forestale, alimentare, mangimistico, chimico, per i settori dei combustibili e rifiuti riciclati.

Certificazione ISCC International Sustainability Carbon Certification

Tra i suoi requisiti possiamo trovare criteri per la riduzione delle emissioni di gas serra, la sostenibilità ambientale per la protezione dell’ecosistema e della biodiversità, sfruttamento del suolo e la sostenibilità socio economica.

La certificazione ISCC è in linea con le direttive comunitarie: Direttiva sulle energie rinnovabili (RED), e alla Direttiva sulla qualità dei combustibili (FQD).

Non si può parlare di transizione ecologica, non intervenendo sulla catena di approvvigionamento aziendale.

Una vera transizione potrà essere attuata solamente quando ad una rivalutazione dei processi,  ne seguiranno politiche nei confronti della catena di approvvigionamento rispettanti di pari criteri.

Un’organizzazione che raggiunge questa certificazione, aumenterà la propria visibilità, figurando come leader nella sostenibilità e nella buona gestione ambientale.

Quali sono i principi della certificazione ISCC?

ISCC è un’associazione composta da vari stakeholder che conta oltre 116 membri, che si spendono per  lo sviluppo continuo di questo standard per la sostenibilità. I principi sono studiati per implementare processi e misure atte a garantire la qualità, sicurezza, ed integrità del sistema, tramite:

Processo di auto valutazione interna, processo di audit di terza parte, guide e feedback da parte degli operatori, processi di comunicazione tra le parti interessate con le autorità competenti, programma di integrità ISCC.

Nello specifico il programma di integrità della certificazione ISCC è contraddistinto dall’adozione dei seguenti principi:

  • Principio 1: Protezione della biodiversità e sostenibilità ambientale;
  • Principio 2: Adozione delle buone pratiche agricole, compresa la tracciabilità delle materie prime;
  • Principio 3: Rispetto dei criteri di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro;
  • Principio 4: Rispetto dei diritti umani e della sostenibilità socio economica;
  • Principio 5: Conformità alle leggi ed ai trattati internazionali;
  • Principio 6: Gestione continua per il miglioramento continuo.

Come si può vedere molti di questi principi li ritroviamo in vari standard trasversali di certificazione, come per esempio le certificazioni della famiglia Global Gap, GMP +, MSC, Friend Of The Sea, ASC e FSC.

Ma in questo caso al rispetto dei requisiti non sarà solamente una singola organizzazione ma tutta la catena di fornitura globale, per la gestione di una sorta di catena di custodia per la sostenibilità.

Aspetto fondamentale per limitare l’approvvigionamento in quelle realtà che sfruttano senza alcun rispetto ambiente e lavoratori, per trarne profitto, impattante sulla società, sull’ambiente e sulla corretta concorrenza.

Le differenze tra la certificazione ISCC PLUS,  ISCC EU e ISCC CORSIA

Il mondo della certificazione ISCC, come abbiamo visto si concentra sulla:

  • Promozione della riduzione delle emissioni di gas serra;
  • Garanzia di un utilizzo sostenibile del suolo;
  • Assicurazione per i partner ed i clienti sulla produzione e vendita di prodotti sostenibili da parte della tua organizzazione;
  • Promozione di comportamenti efficaci a protezione dell’ecosistema;
  • Promozione della sostenibilità socio economica.

International Sustainability and Carbon Certification ha sviluppato vari standard di certificazione per la sostenibilità:

  • ISCC EU. È lo standard di certificazione che copre i materiali della catena di approvvigionamento, come per esempio le materie prime agricole e forestali, rifiuti, scarti, biogas ed alghe. Dimostrando la conformità ai requisiti specificati nella direttiva sulle energie rinnovabili (RED) e nella direttiva sulla qualità dei combustibili (FQD);
  • ISCC PLUS. Lo standard di certificazione che copre tutte le tipologie di materie agricole e forestali, compresi i rifiuti, scarti, energie rinnovabili non biologiche, le sostanze combustibili riciclati, fuori dell’ambito non regolamentato dalle direttive sopra citate;
  • ISCC CORSIA. Lo standard che si applica ai produttori che operano nella filiera dell’aviazione sostenibile (SAP).

Gli step della International Sustainability and Carbon Certification

Gli step per il rilascio della certificazione ISCC, definiti dall’ International Sustainability and Carbon Certification sono i seguenti:

  • Effettuazione della pre-valutazione. L’analisi del gap che permetterà di verificare le lacune su cui intervenire rispetto ai requisiti richiesti;
  • Registrazione dell’organizzazione sul sito ISCC;
  • Pianificazione dell’audit di III parte;
  • Audit su campo da parte dell’organismo di certificazione;
  • Chiusura delle deviazioni;
  • Ricezione del certificato;
  • Presenza della propria azienda sul sito ISCC.

Ovviamente la parte importante di tutto il processo, come sempre, sarà quella della progettazione iniziale. Non ci sarà la possibilità di lavorare sulla ‘carta’. O meglio, di trovare sistemi per far figurare fornitori non in compliance, sostenibili.

Nelle organizzazioni ci potrà essere un’integrazione con tutta una serie di norme, e sarebbe strano che non ci fosse, che saranno fondamentali per la gestione dei requisiti. Per esempio quella per la qualità, ISO 9001, ambiente, ISO 14001, salute e sicurezza ISO 45001.

Ma il raggiungimento della certificazione ISCC sarà un collante per tutte quelle organizzazioni che vogliono far figurare i loro impegno a livello globale. La presenza della certificazione sarà un metodo affidabile per migliorare i processi di qualifica nei confronti delle organizzazioni che offrono un approvvigionamento sostenibile di materie prime agricole.

Contattaci se sei interessato al raggiungimento della certificazione ISCC.

federico pucci sistemi e consulenze

Come possiamo aiutarti?

Scopri i nostri servizi. Prenota una call gratuita con un nostro tecnico.
Scroll to Top
CONTATTACI SARAI PRESTO RICHIAMATO