Consulenza Certificazione BRCGS Retail

Certificazione BRCGS Retail cos’è?

La certificazione BRCGS Retail, è lo standard che definisce i requisiti sulla sicurezza, qualità e legalità alimentare in ambito retail, ovvero per la vendita all’ingrosso, ed al dettaglio.

Certificazione BRCGS Retail

Per adesso i requisiti sono adottabili solamente al mercato nord americano, ma crediamo, che lo standard troverà una veloce adozione anche in altri mercati.

La motivazione principale è molto semplice. Pensiamo a quanti realtà della grande distribuzione richiedono ai fornitori di prodotti, e prestatori di servizi, delle certificazioni riconosciute da GFSI, Global Food Safety Initiative.

Le richieste di questo settore volgono soprattutto nella richiesta di produttori certificati BRCGS, per gli attori della GDO del mondo anglosassone, e IFS, per il ‘mondo’ europeo come quello tedesco, francese, belga, spagnolo ed italiano.

Ma nessuna di queste catene di vendita è certificata in questo ambito. La criticità è proprio questa. Ed i requisiti definiscono le ‘regole’ da seguire da parte di questi attori, omogenizzate a quelli dei produttori certificati.

Vuoi ottenere la certificazione BRC Retail? Prenota una call gratuita con un nostro consulente.

Perché è importante la certificazione BRC Retail

Lo standard globale per la vendita al dettaglio stabilisce i requisiti per le organizzazioni che operano nella catena di approvvigionamento della vendita al dettaglio di generi alimentari, fornendo servizi di approvvigionamento, acquisto, importazione, distribuzione, preparazione e vendita al dettaglio di prodotti.

Qualora queste realtà abbiano al loro interni impianti di lavorazione varia, questi ultimi, dovranno essere certificati con standard specifici, come per esempio il BRCGS Food.

Le realtà delle catene di distribuzione sono molto importanti. Come abbiamo già visto nell’articolo dove trattiamo lo standard IFS Wholesale, anche questo standard sopperisce alla necessità di garantire gli alti standard di sicurezza, qualità e legalità dei prodotti trattati.

Migliorando le performance della catena di approvvigionamento, fornendo una catena di custodia affienite e trasparenza sulla tracciabilità dei prodotti. Nello specifico le organizzazioni certificabili con questo standard sono:

  • Realtà che vendono prodotti alimentari per il mercato consumer, comprese le materie prime lavorate in loco, i prodotti finiti e altri formati;
  • Prodotti venduti in strutture per la vendita al dettaglio;
  • Realtà che vendono materiali per imballaggi alimentari, compresi utensili usa e getta;
  • Organizzazioni che vendono alimenti per animali domestici;
  • Struttura di vendita di prodotti di consumo.

Requisiti BRCGS Retail

I requisiti dello standard BRCGS Retail, si suddividono in due grandi aree, la prima, è quella classica definita da un sistema di gestione per la qualità. La seconda ha un focus sulla sicurezza, qualità e legalità alimentare in ambito di realtà di vendita al dettaglio. Lo standard riporta i seguenti requisiti suddivisi in 7 clausole:

  • 1 IMPEGNO DIREZIONE AZIENDALE
    • 1.1 Impegno dell’alta dirigenza
    • 1.2 Struttura organizzativa
  • 2 IL PIANO DI SICUREZZA ALIMENTARE
    • 2.1 Gestione del programma di sicurezza alimentare
    • 2.2 Programmi preliminari
    • 2.3 Descrivere i prodotti e i processi
    • 2.4 Identificare l’uso previsto
    • 2.5 Costruire un diagramma di flusso del processo
    • 2.6 Analisi dei rischi
    • 2.7 Controlli
    • 2.8 Limiti di controllo
    • 2.9 Monitoraggio dei punti di controllo
    • 2.10 Stabilire un piano di azioni correttive
    • 2.11 Stabilire una procedura di verifica
    • 2.12 Documentazione
    • 2.13 Revisione del piano di sicurezza
  • 3 SICUREZZA ALIMENTARE E GESTIONE DEL SISTEMA DELLA QUALITA’
    • 3.1 Manuale di sicurezza e qualità alimentare
    • 3.2 Controllo della documentazione
    • 3.3 Completamento e mantenimento delle registrazioni
    • 3.4 Audit interni
    • 3.5 Approvazione, monitoraggio e prestazioni del fornitore
    • 3.6 Specifiche
    • 3.7 Azioni correttive
    • 3.8 Controllo del prodotto non conforme
    • 3.9 Tracciabilità
    • 3.10 Gestione dei reclami
    • 3.11 Gestione degli incidenti
  • 4 NORME DEGLI IMPIANTI
    • 4.1 Standard esterni
    • 4.2 Sicurezza del sito
    • 4.3 Layout e segregazione
    • 4.4 Standard interni
    • 4.5 Utilità
    • 4.6 Equipaggiamento
    • 4.7 Manutenzione
    • 4.8 Strutture
    • 4.9 Contaminazione chimica e fisica controllo
    • 4.10 Pulizia e igiene
    • 4.11 Rifiuti e smaltimento rifiuti
    • 4.12 Gestione delle pratiche di diversione
    • 4.13 Controllo dei parassiti
    • 4.14 Strutture di stoccaggio
    • 4.15 Spedizione, consegna e trasporto
  • 5 CONTROLLI DEL PRODOTTO
    • 5.1 Progettazione e sviluppo del prodotto per marchiati in negozio e prodotti in negozio prodotti
    • 5.2 Etichettatura del prodotto
    • 5.3 Gestione degli allergeni
  • 6 CONTROLLI DI PROCESSO
    • 6.1 Controllo del trattamento in negozio
    • 6.2 Controllo etichette e imballaggi
    • 6.3 Controllo di peso e quantità per imballaggio in negozio e pesatura
    • 6.4 Calibrazione
    • 6.5 Rotazione delle scorte
    • 6.6 Conservare il campionamento
    • 6.7 Vendite con limiti di età
    • 6.8 Precisione dei prezzi
    • 6.9 Controlli sugli sprechi alimentari
    • 6.10 Gestione delle ispezioni
  • 7 PERSONALE
    • 7.1 Formazione
    • 7.2 Igiene personale
    • 7.3 Consapevolezza medica
    • 7.4 Uniformi e indumenti protettivi
    • 7.5 Salute e sicurezza sul lavoro
    • 7.6 Politica dei visitatori

L’audit di certificazione si suddivide tra la sede generale del retailer e gli eventuali siti. La certificazione ha una validità annuale, dove l’azienda dovrà superare un nuovo audit con l’organismo di certificazione selezionato ed accreditato per lo standard.

Il sistema di punteggi differenza dagli altri standard British Retailer Consortrium, infatti, in questo caso, vengono date delle valutazioni alle non conformità in base alla gravità e rischio rispetto ai requisiti di sicurezza, qualità e legalità alimentare:

  • Critica: mancato rispetto di un requisito legale o di sicurezza del prodotto;
  • Maggiore: mancato rispetto dei requisiti di una “dichiarazione di intenti” che può sollevare dubbi significativi sulla conformità di il prodotto o servizio fornito;
  • Minore: clausola non pienamente rispettata ma senza dubbi sulla conformità del prodotto o servizio.

L’audit viene considerato fallito nei seguenti casi: 1 non conformità critica, 5 non conformità maggiori, 30 non conformità minori. Lo standard BRCGS Retail pdf è scaricabile a questo indirizzo.

Ottieni la certificazione BRCGS Retail. Prenota una call gratuita con un nostro consulente.

Obiettivi e vantaggi della certificazione retail

L’obiettivo dello standard è quello di fornire uno strumento al settore dei grossisti e della vendita al dettaglio singolo e della grande distribuzione, efficace per la gestione della sicurezza, qualità e legalità dei prodotti a tutela della salute dei consumatori.

I vantaggi di raggiungere questo obiettivo possono essere riassunti:

  • Adottare uno standard che permetta di definire i pericoli ed i rischi alimentari ed abbatterli;
  • Adottare un sistema di gestione per la qualità che permetta una corretta gestione dei processi e la raccolta di dati ed evidenze per il miglioramento continuo;
  • Velocizzare ed abbattere i costi dei processi di qualifica;
  • Essere in compliance con la norma americana per la sicurezza alimentare FSPCA, oltre che per i requisiti comunitari;
  • Migliorare la propria reputazione e visibilità grazie alla presenza negli elenchi delle aziende certificate BRC Retail su BRC Directory.

Consulenza certificazione BRCGS Retail

Sistemi e Consulenze può assistere la tua organizzazione con servizi su misura di consulenza BRCGS Retail. Potremmo seguirti nell’implementazione dello standard anche integrato con altri. Ci occuperemo di:

  • Effettuazione della valutazione preliminare;
  • Definizione di un programma di lavoro condiviso;
  • Implementazione dei requisiti richiesti dello standard;
  • Formazione delle risorse;
  • Effettuazione degli audit interni e presso fornitori;
  • Effettuazione riesame della direzione;
  • Selezione dell’organismo di certificazione;
  • Presenza durante l’audit di certificazione per il rilascio del certificato.

Contattandoci potrai ottenere tutte le informazioni necessarie per il raggiungimento di questo obiettivo, quali costo certificazione BRC Retail, tempistiche ed iter di ottenimento.

Torna su