Standard di certificazione Brc Ethical Trade

Uno dei principali consorzi proprietario di marchio privato BRCGS Global Standards, riconosciuto a livello internazionale per gli standard di certificazione sulla sicurezza alimentare, qualità, legalità degli alimenti, ha presentato lo standard BRC Ethical Trade che come focus ha la valutazione e certificazione del commercio etico e dell’approvvigionamento sostenibile.

L’obbiettivo dello standard per la certificazione Brc Ethical Trade è quello di creare uno schema di audit e certificazione per la conformità sociale che sia più solido , più credibile e più efficace di altre norme già pubblicate e che sia maggiormente integrabile agli standard Brc già pubblicati.  Uno degli input per la creazione di questo standard sono stati i dati raccolti tramite le valutazioni, audit, degli altri standard di certificazione Brc che riportavano non sempre chiari e sostenibili rapporti tra la catena di fornitura ed i produttori soprattutto tra paesi in via di espansione ed in via di sviluppo.

I punti cardine dello standard Brc Ethical Trade

I principi e punti forza dallo standard per la certificazione etica Brc possono essere riassunti:

    • Lo standard di certificazione Brc per il commercio etico e l’approvvigionamento responsabile può essere certificato, a differenza per esempio della norma Iso 26000 per la responsabilità sociale d’impresa, le organizzazioni che implementano e superano l’audit di verifica con il Brc Ethical Trade riceveranno un certificato riconosciuto a livello internazionale;
    • Il consorzio privato BRCGS applicherà la sua vasta esperienza per qualificare e monitorare le prestazioni degli organismi di certificazione, e dei valutatori qualificati per lo schema, al fine di salvaguardare l’efficacia, la qualità e l’integrità del processo di certificazione. Solo i valutatori e gli organismi di certificazione accreditati da BRCGS potranno effettuare audit su questi standard;

Certificazione standard BRC Ethical Trade commercio etico e approvvigionamento sostenibile

  • Questo standard di certificazione Brc, come molte altre norme, si basa sul Risk Based Thinking, o pensiero basato sul rischio, rendendo anche più favorevole l’integrazione tra le varie norme. La valutazione del rischio non dipenderà dall’area economica, paese, dove è collocata l’organizzazione, ma esclusivamente sulle prestazioni del sito stesso. La procedura consisterà in un audit di valutazione del rischio e un audit sui principi etici completo;
  • Lo standard globale per la certificazione del commercio etico e l’ approvvigionamento responsabile si avvale delle sinergie tra gli audit di sicurezza, qualità e legalità degli alimenti, di proprietà del consorzio Brc, e gli audit etici, consentendo di ben integrare questo audit di valutazione con l’audit di sicurezza del prodotto classico;
  • L’intenzione, da parte del consorzio Brc, è quella di ripetere quanto già avviene con il benchmarking GFSI, Global Food Safety Initiative, per gli audit di sicurezza, qualità e legalità degli alimenti, ma applicando il nuovo schema di benchmarking alla Sustainable Supply Chain Initiative ( SSCI );
  • Tutti i criteri richiesti sono allineati con lo standard Sedex SMETA.

La conduzione degli audit Brc Ethical Trade

Le verifiche dello standard per la certificazione Brc Ethical Trade saranno condotte, dagli organismi di certificazione, e valutatori, che saranno stati accreditati presso il proprietario del marchio privato Brc,  tramite l’effettuazione di due tipologie di audit effettuato in due stadi:

  • Stadio 1: valutazione del rischio – Questa verifica fornirà una panoramica di come il sistema di gestione stia valutando i criteri sugli obbiettivi del commercio etico e dell’approvvigionamento responsabile. La verifica sulla valutazione del rischio potrà essere condotta come requisito aggiuntivo di uno standard o norma integrata esistente. La durata di questa verifica documentale sarà calcolata, come gli altri schemi di certificazione, a seconda del contesto, dei processi, siti e risorse impiegate.

NOTA: L’organizzazione potrà effettuare l’audit di stadio due o seconda fase solo se verrà valutata conforme rispetto ai requisiti richiesti, in presenza di deviazioni potrà, prima di effettuare la seconda parte della verifica, applicare delle azioni correttive e di miglioramento.

  • Stadio 2 – Audit Ethical Trade – Questa parte di verifica si concentrerà sui requisiti dello standard di certificazione rivolti al commercio etico e l’approvvigionamento sostenibile seguendo le linee guida globali e la metodologia di audit SMETA ed introducendo dei requisiti tecnici proprietari dello standard.

I vantaggi per un’organizzazione che voglia implementare lo standard per la certificazione Brc Ethical Trade sono molteplici, la più significativa è quella del dare evidenza a tutti gli stakeholder delle proprie politiche, ed impegno, sul commercio etico e responsabile, aspetto commercialmente molto appetibile e richiesto dai mercati evoluti internazionali.

Lo standard per la certificazione Brc Ethical Trade è applicabile ad ogni organizzazione di contesto e grandezza differente, ed è totalmente integrabile con le altre norme e standard di certificazione alimentare, ambientale e con i sistemi di gestione.

CONTATTACI!! Se vuoi approfondire le tematiche sul commercio etico o se vuoi implementare nella tua organizzazione lo standard per la certificazione Brc Ethical Trade.

Ultimo aggiornamento il

Pubblicato da

Federico Pucci

Espero consulenza direzionale organizzativa, implementazione sistemi di gestione per le certificazioni alle norme e standard qualità, ambiente, sicurezza, sicurezza alimentare, servizi di audit. Consulenza e formazione aziendale nelle aree salute e sicurezza sul lavoro, sicurezza alimentare, ambiente, privacy.