fbpx

La Certificazione Biologica

Tra le certificazioni alimentari è di grande interesse ed importanza la certificazione Biologica, sia nel mercato in Europeo sia in USA con USDA. Il grande numero di realtà che effettuano una conversione biologica testimonia ciò.

Adottare la produzione biologica secondo il Reg CE 848/18 non solo dimostra un impegno sostenibile, ma rivista la crescita dei mercati da la possibilità di aprire importanti mercati.

Il sistema biologico è un sistema globale di gestione dell’azienda agricola e di produzione agroalimentare basato sull’interazione tra le migliori pratiche ambientali. La salvaguardia delle risorse naturali, l’applicazione di criteri rigorosi in materia di benessere degli animali.

Il marchio Europeo di riconoscimento della certificazione biologica è identificabile con il logo verde, la foglia stellata, è un marchio pubblico che garantisce la conformità al regolamento comunitario.

L’agricoltura biologica può essere certificata solo da Organismi di Certificazione riconosciuti dalla UE. Un’agricoltura che considera l’intero ecosistema agricolo, sfrutta la naturale fertilità del suolo favorendola con interventi limitati, promuove la biodiversità dell’ambiente in cui opera.

Limita o esclude l’utilizzo di prodotti di sintesi chimica e degli organismi geneticamente modificati OGM, promuove l’impiego di tecniche agronomiche rispettose dell’ambiente, dei cicli naturali e del benessere animale.

L’agricoltura biologica in Europa è stata regolamentata per la prima volta a livello comunitario nel 1991 con il Reg. (CEE) n° 2092/91. Tale Regolamento è stato sostituito dal Reg. CE 834/2007, e di seguito dal Reg 848/18.

Il nuovo regolamento ha consentito di rendere più razionale il sistema dei controlli e di semplificare le norme sul biologico, costituendo una piattaforma di rilancio per questo settore. Un’ altra tappa importante è stato il nuovo marchio grafico da inserire in etichetta approvata dall’organismo.

Certificazione Biologica

Vuoi ricevere informazioni sui nostri servizi? Prenota una call con un nostro tecnico.

Le fasi di una certificazione biologica

I passi per ottenere una certificazione biologica non sono comuni a quelle delle altre certificazioni ambito alimentare. Dovranno essere messe in atto delle attività atte alla non contaminazione dei prodotti biologici con convenzionali. La fase di certificazione parte con l’apertura di un fascicolo agricolo aziendale. E l’attestazione di certificazione avverrà dopo la verifica con l’organismo.

  • il metodo di coltivazione e di allevamento;
    le modalità e i tempi per il periodo di conversione sia dei terreni che degli allevamenti;
  • i procedimenti burocratici (registrazione, etichettatura, notifiche ecc) che consentono anche la rintracciabilità del prodotto;
    le sostanze che possono essere impiegate e per l’industria alimentare le modalità per difendere la cross contamination tra ingredienti e o prodotti biologici e convenzionali;
  • il benessere animale;
  • definendo le aziende biologiche come quelle che applicano il metodo di produzione previsto dal Reg. CEE 848/18. Esse sono comprese negli albi degli “operatori biologici” della Regione di appartenenza e devono sottostare a un sistema di certificazione.
  •  

Con il regolamento Biologico si certifica il metodo di produzione, ossia il prodotto finale viene etichettato con la dicitura “proveniente da agricoltura biologica” o “in conversione alla agricoltura biologica”.

Non si parla quindi mai “di prodotto biologico”, in quanto lo scopo della normativa europea è garantire ai consumatori il rispetto di precise norme di coltivazione o di allevamento.

I prodotti sotto la certificazione biologica spaziano in tutti i comparti dell’agroalimentare (latte, uova, formaggi, pasta, olio, ortofrutta ecc). Alcuni prodotti di eccellenza (DOP, IGP, DOC, ecc.) possono trovarsi sul mercato con la doppia certificazione poiché l’una non esclude l’altra.

Nelle etichette deve essere riportato il codice identificativo dell’azienda produttrice e dell’organo di controllo.

Riconoscimento Certificazione Biologica Europea – Regolamento USA

Nel febbraio 2012 è stato effettuato tra la normativa USA USDA ed il Reg CE 848 Biologico europeo un mutuo riconoscimento per la certificazione, quindi i prodotti biologici certificati secondo le norme vigenti in uno dei due paesi possono essere commercializzati liberamente e potranno fregiarsi dei logo biologico previsto dal paese di destinazione.

L’etichettatura dei prodotti destinati al mercato statunitense per la certificazione biologica USDA, segue le indicazioni NOP, secondo le categorie previste:

  • 100% organic”,;
  • Organic”;
  • Made with organic ingredients” (la categoria “Less than 70% organic products” non è inclusa nell’accordo).

Nelle etichette, approvate, deve essere riportata la dicitura: “Certified organic by …” seguita dal nome dell’OdC autorizzato nella UE e può essere indicato anche il numero di codice attribuito all’OdC dall’Autorità certificatrice. I prodotti potranno riportare il logo USDA Organic e/o quello biologico della UE.

Dai evidenza del tuo impegno nell’utilizzo solamente di metodi naturali di produzione. Sistemi e Consulenze ti accompagnerà nella conversione della tua azienda da ‘convenzionale‘ ad agroalimentare bio tramite la Certificazione biologica. Anche integrata a schemi per la certificazione alimentare.

Inviaci il modulo compilato per la redazione di un preventivo

Torna su