BRC Global Standard Food Safety Issue 8

Uscita la versione Draft for Industry Consultation BRC Global Standard Food Safety Issue 8

Il British Retail Consortium ha reso disponibile il documento BRC Global Standard Food Safety Issue 8 Draft for Industry Consultation (November 2017).

I mercati sono in continua evoluzione ed assieme ad essi i comitati per norme internazionali per la sicurezza alimentare per tutelare i consumatori e far si che possano consumare alimenti sicuri dal punto si dista di sicurezza, qualità e legalità dei prodotti, infatti oltre che la bozza dello Standard Brc Food Issue 8, è uscito l’aggiornamento di IFS Food V6.1 e FSSC 22000 V 4.1.

Nell’arco dell’anno 2017 le problematiche più importanti sulla sicurezza alimentare riguardano non molto i rischi biologici, visto che ormai la gran parte dei processi sono ormai standardizzati ad

BRC Global Standard Food Safety Issue 8

oh, ne chimici perché effettuando una buona qualifica e valutazione fornitori si possono prevenire o se presenti nel processo ormai gestiti tramite efficienti strumentazioni, ne tanto meno fisici dovuti da controlli attrezzature e strumentazioni sempre più efficaci, ma la problematica più onerosa riguarda l’integrità e la vulnerabilità dei prodotti, copresa l’etichettatura, in quando sempre più spesso ci sono stati comportamenti, molto spessi da aziende provenienti in paesi in via di sviluppo ma non solo, tesi a sostituire, adulterare, sofisticare i prodotti o ingredienti immessi sul mercato, quindi a frodare il consumatore o il cliente. Tutto ciò a portato ad una gran quantità di allerte e ritiri molto importanti.

Lo Standard Food ‘Work in Progress? V8 presenta modifiche in vari capitoti le modifiche ad oggi più importanti ad oggi riguardano:

  • Allineamento dello Standard alla Normativa Americana FSMA – Preventive Controls fot Humans Food quindi la presenza della valutazione dei rischi HAPRC;
  • L’apparizione della figura del PCQI;
  • L’approfondimento delle tematiche, richieste di evidenza dei rischi sull’integrità e l’autenticità dei prodotti ed il cross contact tra gli stessi, tematiche divenute sempre più sensibili relative alle frodi alimentari;
  • L’approfondimento dell’individuazione e gestione dei PRP;
  • L’approfondimento delle tematiche relative alla Security, dati e gestione degli stessi, ed alla Food Defence;
  • Una modifica sostanziale relativa alle zone di rischio High Risk, High Care and Ambient High Care Production Risk Zones

Scarica documento in versione integrale pubblicato e scaricabile dal sito del BRC.

Fonte: Sistemi & Consulenze

Condividi