Quali sono i 10 miti sulla Certificazione ISO 45001?

Molti imprenditori non considerano importante l’implementazione di un sistema di gestione per la salute e sicurezza sul lavoro influenzati principalmente da 10 miti sulla certificazione ISO 45001.

10 miti sulla Certificazione ISO 45001: quali sono?

La certificazione ISO 45001, al contrario di altre norme di gestione, può sembrare non così direttamente correlata al miglioramento ed alla penetrazione dell’organizzazione sui mercati. Ma in realtà non è così!

I mercati sono molto attenti e sensibili a questa tematica, ed una sana gestione aziendale sarà fondamentale per la produttività e per la risposta al cambiamento della tua azienda.

Per approfondire i vantaggi di cui può godere la tua organizzazione nell’implementazione di questa norma puoi leggere qui. Nel proseguo dell’articolo esamineremo, quelli che secondo noi, sono i 10 miti sulla certificazione ISO 45001.

Cercando di analizzarli per ‘smontarli’ e fornirti ottimi motivi per proseguire nei confronti di questa importante norma sulla salute e sicurezza sul lavoro.

I 10 miti sulla Certificazione ISO 45001

  1. Le certificazioni richiedono la creazione di documenti inutili. Ovviamente l’implementazione di un sistema di gestione, in questo caso sulla salute e sicurezza sul lavoro, richiederà la progettazione della documentazione necessaria per la gestione dei rischi aziendali. Questa motivazione è tra i 10 miti sulla certificazione ISO 45001 che frenano gli imprenditori verso il processo di implementazione della norma. Ma la domanda che dovresti farti, è se, ad oggi gestisti correttamente i rischi aziendali, i rischi emergenti, le scadenze, gli obiettivi. E quanto potresti, sulla base delle evidenze, analizzare efficacemente i dati per efficientare i processi, proteggere la salute dei tuoi dipendenti, ed essere tutelato nei confronti di sanzioni e procedimenti difronte ai magistrati.
  2. La norma è applicabile solamente alle aziende pericolose. Anche qua un mito da sfatare. L’imprenditore spesso è tenuto a pensare che la certificazione ISO 45001 debba essere applicata solamente a quelle organizzazioni che effettuino processi pericolosi. Non è così, la norma è implementabile a tutti i settori, ovvio che nei settori dove vi siano rischi maggiori l’organizzazione può godere di maggiori vantaggi. Ma la normativa per la salute e sicurezza sul lavoro è obbligatoria in tutti i contesti, perché non dovrebbe esserlo la ISO 45001?
  3. Solo chi produce è interessato. Anche in questo caso si pensa che solo le attività di produzione possono essere interessate. Mentre, come sopra, la certificazione ISO 45001 è applicabile a tutte le organizzazioni del settore pubblico e privato, di qualsiasi dimensione e contesto. Diciamo questo non per accademia, ma perchè la nostra realtà ha portato e porta in certificazione organizzazioni appartenenti al comprato alimentare, industriale, sia pubblico, essendo, Sistemi & Consulenze l’azienda che ha seguito Regione Toscana, Consiglio Regionale Toscana ed Artea come prima realtà ad aver raggiunto questa certificazione.
  4. Siamo conformi ai requisiti del testo unico, quindi anche alla ISO 45001. Uno dei 10 miti sulla Certificazione ISO 45001 più ridicolo. E qui la colpa è dei famosissimi consulenti da programmino. Quelli che credono, non avendoci capito un gran che, che la certificazione ISO 45001, sia come riempire un file compilante OT 24. Oppure sia un DVR, fatto con i piedi, più la politica, obiettivi, audit e riesame, fatto con gli altri piedi.   La certificazione ISO 45001, invece è un sistema complesso, e se la tua azienda fosse conforme al DLgs 81, non è detto che lo sia secondo i requisiti della norma. Infatti questa ti fornirà la possibilità di valutare tutta la tua strategia aziendale per la salute e sicurezza e non solo corsi effettuati, DPI e valutazione dei rischi. Raggiungere la certificazione darà evidenza della compliance TOTALE per le obbligatorietà e sui requisiti della norma in ottica di gestione e miglioramento secondo il PDCA.
  5. È una norma applicata solamente per la sicurezza dipendenti. La sicurezza dei dipendenti non è un qualcosa di interesse dell’azienda. Non a caso, la definizione delle parti interessate e delle loro aspettative tiene conto sia di quelli interni che esterni. La prevenzione degli infortuni è un qualcosa che ha un impatto sulla società. Avere un sistema di gestione per la sicurezza sul lavoro efficace è fondamentale per l’assoluzione di molte necessità degli stakeholder correlati alla tua azienda.
  6. Le certificazioni sono cose vecchie ci impediranno di innovare. L’idea che spesso hanno gli imprenditori, come il punto 1 dei 10 miti sulla Certificazione ISO 45001, che un sistema di gestione crei un intreccio documentale che impedirà il corretto svolgimento dei processi. Quante volte ci sentiamo dire: WEEE noi lavoriamo mica facciamo carta! Un buon sistema, non quello creato dai programmini, non solo sarà cucito addosso, eliminando tutta la documentazione superflua e ridondante, ma ti permetterà di fissare e valutare tutte le idee innovative, contemplando anche le possibili criticità future, proteggendoti da possibili rischi, esposizione ai dipendenti, e fallimento degli investimenti.
  7. Costa troppo e potrebbero rubarmi i ‘segreti’. Quante cose… Tra i 10 miti sulla Certificazione ISO 45001 questi sono quelli che colpiscono il portafoglio dell’imprenditore. Proviamo a scardinarli. 1 Il costo: qualificare un’azienda seria di consulenza, e non quelli che infilano il loro nove ovunque, pensando di fare marketing, e non preoccupandosi delle ‘vaccate’ che scrivono nei documenti, o procedere direttamente, formando delle persone, ha un costo giusto. Il costo giusto per proteggere la tua organizzazione ed i tuoi dipendenti. Domandati quanto soldi perderesti in caso di una sanzione, un infortunio o un fermo impianto, perché avendo la certificazione potresti dimostrare di aver assolto efficacemente a tutto? 2 segreti: anche in questo caso, qualificare un’organizzazione seria, e non il cuggino, significa, come nel nostro caso, lavorare con professionisti impegnati nella consulenza e nelle attività di audit da decenni. Terzietà, riservatezza, caratteristiche obbligatorie, che deve avere una risorsa che voglia lavorare in questo senso. Quindi mettiti comodo, perché anche e soprattutto Coca Cola ha consulenti, e la formula segreta non è mai uscita.
  8. Nessuno ce l’ha mai chiesta. Questo non è un buon motivo per non procedere. La certificazione ISO 45001 è qualificante in tutte le gare di appalto ed affidamento sia del settore pubblico che privato. E soprattutto, che cosa vuoi dalla tua azienda? Il massimo! La certificazione ISO 45001 ormai viene sempre più richiesta integrata alla norma ISO 9001, qualità, ed ISO 14001, ambiente.
  9. Agli organi competenti non interessa. Un altro errore. Ovviamente dipende dal contesto dove ci troviamo, ma agli organi competenti interessa eccome, perché evidenzia l’impegno nei confronti della salute e sicurezza dei dipendenti. Ma non solo. Come sistemi & Consulenze abbiamo formato ispettori degli organi degli uffici di prevenzione sulla norma, Emilia Romagna ed Umbria, per poter svolgere il loro operato in ottica di miglioramento. Vorrà pur dire qualcosa no?
  10. Non mi aiuterà ad avere valore e ad essere competitivo. Anche in questo caso uno dei 10 miti sulla Certificazione ISO 45001 da scardinare. L’obiettivo delle organizzazioni non è quello di creare carta o riempire spazi. Le aziende sono necessarie per creare valore economico a tutte le parti interessate, direttamente ed indirettamente. E cosa c’entra questo? C’entra! La certificazione ISO 45001, sarà fondamentale alla promozione di un ambiente di lavoro sano, per i rischi fisici e per quelli psicologici. Un ambiente ‘sano’ è fondamentale per produrre efficientemente, in quantità ed in qualità, prevendo gli infortuni e le malattie professionale. Il valore aggiunto che ne godrà l’organizzazione sarà incredibile. Dovuto al miglioramento della produttività, abbattimento delle giornate perse delle sanzioni ecc, capacità di rispettare i requisiti contrattuali con i clienti, godere di vantaggi economici diretti, risparmio, ed indiretti tramite sgravi fiscali INAIL. Velocizzare i processi di qualifica e migliorare la reputazione aziendale.

10 miti sulla Certificazione ISO 45001: che cosa devi fare?

Speriamo di averti aiutato con questo articolo a sfatare i 10 miti sulla certificazione ISO 45001. Per così iniziare un processo di implementazione e godere dei vantaggi di questa norma. Come dovresti muoverti in questo senso?

Innanzi tutto scegliere partner affidabili. Implementare la norma non è né andare in guerra, ne facile facile come vorrebbero farti credere certi web avventori. Come tutte le cose ci vuole serietà!

Vuoi ricevere informazioni sui nostri servizi? Prenota una call con un nostro tecnico.

La serietà che si merita la tua organizzazione e la responsabilità che hai sulla tua squadra e sulle loro famiglie.

Scroll to Top
DESIDERI MAGGIORI INFORMAZIONI?