La Muffa e Funghi nel Mercati USA

I Mercati USA ed il Rischio di Muffa e Funghi

Negli Stati Uniti ci sono specifiche linee guida in materia di trattamento di muffa e funghi nei luoghi di lavoro, vengono considerati anche gli aspetti dei lavoratori che operano in realtà di importazione di prodotti da altri paesi e quindi vengono valutate le possibili contaminazioni dai prodotti provenienti dai paesi extra USA.
I Broker Americani stanno richiedendo sempre più frequentemente ai fornitori Europei sia i metodi di controlli di muffe e fungo durante i processi di produzione, sia il controllo di essi nel Muffa e Funghitrasporto per la possibile riprolificazione, fino ad eventuali trattamenti di fumigazione da effettuare.
Le linee guida Usa offrono anche dei suggerimenti sull’utilizzo di sostante per il processo di trasporto, dopo ovviamente una adeguata analisi del rischio:

Utilizzo di Disidratanti
I disidratanti vengono utilizzati per mitigare muffe e funghi, devono essere usati su tutte le spedizioni e per essere più efficaci dovrebbero essere usati all’interno di una barriera, imballaggio, contro l’umidità che deve essere mantenuta chiusa e sigillata, o all’interno di un contenitore sigillato rigido. Questo permette all’essiccante di assorbire la possibile presenza di umidità all’interno della confezione. I prodotti devono essere imballati e spediti in modo che nell’imballaggio non vi siano ristagni di umidità e o vapore.

Imballaggio con applicazione di essiccante
Tutti i pacchetti di essiccante devono essere attivati secondo le istruzioni del produttore, non deve essere coperta la parte assorbente che impedisca la raccolta corretta dell’umidità.
Completa Container Load Applicazione di disidratanti
Per le applicazioni Full Container Load (FCL), il venditore deve installare i pacchetti di essiccante in modo uniforme lungo la parete laterale superiore del contenitore. Utilizzando un numero di dispositivi essiccanti in base al tipo contenitore.
Viene considerata responsabilità del venditore determinare, dopo un’analisi del rischio ed un processo validato, l’uso si dispositivi essiccanti e la loro quantità a seconda del prodotto. Tutte le merci devono pervenire ai centri di distribuzione in condizione mercantile, tra cui, ma non solo, essendo privi di muffe e funghi, in mancanza di ciò le spese di eventuali trattamenti o smaltimenti verranno considerate a carico del fornitore.
Esempio di alcuni tipi di prodotti suscettibili a queste regole:

• Prodotti contenenti fibre o materiali naturali come erbe, minerali, o legno;
• Tutti i prodotti porosi, come il tessile, ceramica e terracotta con una qualsiasi parte non sigillata / non smaltato, cartone, carta.
• Prodotti provenienti da paesi con elevata umidità o stagioni delle piogge pesanti, o beni che saranno spediti via mare per lunghissimi tempi.

Riassumendo:

Determinare la tipologia di prodotto da spedire ed effettuare un’analisi del rischio comprendendo anche parametri chimici e fisici.
Determinare il tipo e la quantità di essiccante da utilizzare.
Selezionare il tipo e la quantità di essiccante per adattarsi all’applicazione sulla base dei seguenti criteri:
• Tipo di contenitore o d’imballaggio;
• Volume o area del contenitore / imballaggio;
• Quantità di umidità che si prevede debba essere assorbita;
• Permeabilità del materiale confezionato;
• Temperatura e umidità;
• Tasso di assorbimento richiesto;
• Durata del trasporto;
• Condizioni di trasporto e magazzinaggio.

Sei interessato ad approfondire queste tematiche? Contattaci Sistemi & Consulenze ti seguirà nella scelta dei prodotti più adatti a questo processo per il controllo di muffa e funghi.

Fonte http://www.osha.gov/SLTC/molds/index.html#solutions

sistemi
sistemi

Sistemi & Consulenze Servizi Qualità Aziendale Implementazione Sistemi di Gestione per Certificazioni Qualità, Ambiente, Sicurezza, Food, Sociale, Servizi, Professioni, Consulenza e Formazione Aziendale Sicurezza sul lavoro, Igiene Alimentare, Ambiente, Privacy, Servizi di Audit.