I corpi Estranei

E’ oramai diventata prassi normale leggere e  sentir parlare della prevenzione del rischio chimico, derivante da residui di fitosanitari, scissioni di materiali nei prodotti o contaminazioni dirette, della prevenzione e gestione del rischio biologico derivante cattive Buone Pratiche di Produzione per l’abbattimento e  la non riprolificazione di patogeni negli alimenti, ma al rischio fisico molto spesso non viene data la stessa attenzione seppur così importante.

Per contaminazione fisica si intende l’intrusione fisica, appunto, diretta di capelli ,unghie, bottoni o materiale del vestiario, materiali di confezionamento, insetti o parti di esso, corpi che possonoI Corpi Estranei venire da parti di macchinario, strutture o dallo stesso prodotto che stiamo lavorando, i danni sicuramente sono di natura commerciale ma in alcuni casi tipo la presenza di vetro o ferro possono creare problematiche molto serie.

Come si può prevenire questa tipologia di rischio fisico?

Gli aspetti relativi alla presenza di capelli, unghie peli e  parti di abbigliamento si gestiscono con procedure igieniche aziendali e  monitoraggi giornalieri con controlli preoperativi.

Per quanti riguarda gli infestanti tramite monitoraggi interni ed esterni da parte di un azienda di disinfestazione e  controlli preoperativi con gli aspetti su scritti.

La possibile presenza invece di parti di macchinari o contaminazione pregressa nel prodotto invece deve essere gestita oltre che con i controlli preoperativi anche con controlli più specifici per esempio:

Vetro, Plastiche dure e  materiali friabili

Per quanto riguarda questo rischio che ha una gravità estrema, relativa ai danni che può apportare l’ingerimento degli stessi, si deve procedere con una mappatura della presenza dei vetri , plastiche dure e  materiali friabili, elaborare magari una planimetria,  da verificare secondo la valutazione dei rischi relativa alla collocazione, alla possibilità di rottura, ed ai danni che possa arrecare, oltre che tenerne contro nei controlli preoperativi. Nell’eventualità di sistemi di imbottigliatura dove getti di acqua e  sostanze o aria servano a  prevenire ed escludere la presenza di peli di vetro derivanti dalla fabbricazioni questi sistemi devono essere validati e  mantenuti in buono stato di efficienza tarando per esempio anche i manometri.

Metalli

Per gli aspetti relativi ai metalli oltre al monitoraggio delle attrezzature secondo il piano di manutenzione, ed al controllo di conformità preoperativa, si rende necessario l’acquisizione di sistemi automatici, metal detector, magneti, per la segnalazione della presenza di metalli nella merce, questi sistemi devono avere un controllo continuo di validazione, tramite prodotti test,  e  i sensori devono essere tarati.

Vagli/Filtri/Bagni

Attrezzature volte ad impedire a  corpi estranei tipo grumi di prodotto, sassi, legname, di proseguire nella linea di produzione da mantenere in buono stato di efficienza.

Formazione

La formazione delle risorse deve essere fondamentale anche questi aspetti per tutte le procedure di riconoscimento dei corpi estranei, per le operazioni da effettuare in casi di emergenza vetri rotti o rottura di un macchinario o altro, fino all’uso di materiali riconoscibili, detectabili o comunque sia autorizzati dalla direzione aziendale.

Fonte: Sistemi & Consulenze

sistemi
sistemi

Sistemi & Consulenze Servizi Qualità Aziendale Implementazione Sistemi di Gestione per Certificazioni Qualità, Ambiente, Sicurezza, Food, Sociale, Servizi, Professioni, Consulenza e Formazione Aziendale Sicurezza sul lavoro, Igiene Alimentare, Ambiente, Privacy, Servizi di Audit.